Elettrostimolatore viso: cosa è e come funziona

Il trascorrere del tempo, lascia inevitabilmente sulla pelle del viso segni antiestetici, fastidiosi e per niente graditi, soprattutto alle donne. Si tratta di un processo dovuto al naturale rilassamento e cedimento della muscolatura, che provoca una perdita di tono della pelle e una tendenza a “cadere” verso il basso anche per i tessuti del viso, così come avviene per il resto del corpo.

Per contrastare quello che è un fenomeno fisiologico si ricorre a rimedi più o meno efficaci, invasivi e costosi: dai prodotti cosmetici di uso comune, ai trattamenti di estetica professionale, ad esempio il filler, agli interventi di medicina estetica come il lifting, piuttosto complicato e non sempre totalmente affidabile.

Specialmente prima di sottoporsi ad un intervento di lifting facciale occorre prestare sempre molta attenzione, in quanto si tratta di un vero e proprio intervento chirurgico, è molto costoso e non sempre offre i risultato sperati.

Attualmente esistono comunque anche alternative meno invasive e più semplici che, se praticate con le dovute precauzioni, permettono di ottenere risultati eccellenti. Uno tra i più diffusi consiste nell’utilizzare un elettrostimolatore viso, ovvero una macchina che si avvale dell’azione di lievi impulsi elettrici per migliorare l’aspetto della pelle del viso e renderla più tonica e luminosa.

Come funziona un elettrostimolatore viso

L’elettrostimolatore viso agisce attraverso la produzione di leggeri impulsi elettrici a bassa frequenza, la cui azione è quella di contrarre e rilassare i muscoli del viso, esattamente come avviene con le contrazioni volontarie e i movimenti naturali: è questo il principio di base con il quale agiscono tutti gli elettrostimolatori.

È così che la pelle riesce a riacquistare tono e compattezza, senza la necessità di sottoporsi a interventi chirurgici costosi e dall’effetto non del tutto garantito. Inoltre, considerando la frequenza molto bassa degli impulsi elettrici, l’elettrostimolazione non comporta rischi né traumi e non costituisce un trattamento invasivo: si tratta di un metodo comprovato, sicuro e affidabile, ideale per ottenere un viso più giovane e rilassato con sedute della durata di pochi minuti.

L’applicazione costante degli impulsi elettrici svolge anche la funzione di stimolare la naturale produzione di collagene e di elastina, offrendo risultati positivi anche nei confronti delle rughe di espressione e di altri piccoli segni provocati da una ridotta elasticità della pelle.

Perché acquistare un elettrostimolatore viso

Un vantaggio dell’elettrostimolazione è quello di poter acquistare direttamente l’apparecchio e utilizzarlo in totale autonomia, senza la necessità di doversi recare ogni volta presso uno studio di estetica professionale.

L’elettrostimolatore viso è un apparecchio semplice da utilizzare, sicuro e relativamente economico, perfetto per chi non ha tempo di sottoporsi a lunghi trattamenti di estetica e preferisce non utilizzare cosmetici e prodotti chimici.

Per ottenere risultati soddisfacenti occorre ovviamente una certa costanza nell’uso, utilizzando l’apparecchio per effettuare cicli di trattamenti quotidiani con una certa periodicità.

Il costo di questi piccoli apparecchi potrebbe apparire leggermente elevato, occorre comunque considerare che si tratta di un piccolo investimento e che verrà rapidamente ammortizzato con l’uso costante dello strumento, riducendo di conseguenza le spese relative a trattamenti estetici ricorrenti e all’acquisto di prodotti cosmetici.

I principali benefici dell’elettrostimolazione viso

L’uso regolare di un elettrostimolatore viso offre un miglioramento generico del tono muscolare, visibile soprattutto nell’area degli zigomi e delle guance, che appare più definita e modellata, oltre ad una riduzione delle piccole rughe situate attorno agli occhi e al naso, ad una ridefinizione generale dell’ovale del viso e ad un effetto rassodante nei confronti del collo e del mento. La pelle del viso apparirà più levigata, giovane e luminosa.

Possibili controindicazioni

Come si è detto, la frequenza molto bassa degli impulsi elettrici rende l’elettrostimolazione adatta praticamente a tutti. Tuttavia, in alcune situazioni e in presenza di patologie specifiche l’applicazione di questo tipo di trattamento potrebbe essere controindicata.

Il problema riguarda in particolare i soggetti portatori di pace maker, defibrillatori o altri dispositivi elettronici che controllano l’attività cardiaca, le donne durante il periodo della gravidanza e dell’allattamento al seno, chi soffre di disturbi del ritmo cardiaco, problemi neurologici e muscolari e diabete.

In tutte queste situazioni, e comunque nel caso di patologie croniche e in presenza di protesi metalliche, è opportuno, prima di sottoporsi al trattamento di elettrostimolazione, anche domestico, chiedere consiglio al medico di fiducia.

Acquistare un dispositivo per uso domestico o rivolgersi ad un professionista

La scelta di utilizzare un elettrostimolatore viso acquistando un apparecchio per uso personale o di rivolgersi ad un centro di medicina estetica è soggettiva.

Scegliere un trattamento professionale significa poter contare sulla presenza di un operatore esperto e sull’impiego di macchine più potenti, in quanto l’intensità degli impulsi elettrici di un apparecchio domestico, al confronto con le attrezzature di uno studio di estetica, è ridotto. Inoltre, un operatore professionale conosce meglio la tecnica, i movimenti e i punti dove l’azione dell’impulso elettrico è più indicata.

Ovviamente, il trattamento presso uno studio di estetica richiede un po’ di tempo in più e la necessità di sottostare ad orari specifici, tenendo conto che, indicativamente, una sessione di elettrostimolazione per viso e collo ha una durata di circa mezz’ora.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto