Home | Viso e corpo | Proteine ​​Whey come opzione di prevenzione e trattamento per l’obesità e le malattie cardiovascolari-metaboliche

Proteine ​​Whey come opzione di prevenzione e trattamento per l’obesità e le malattie cardiovascolari-metaboliche

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha definito l’obesità umana un’epidemia mondiale (Giskes, van, Avendano-Pabon e Brug, 2011, Pimentel, Arimura, de Moura, Silva e de Sousa, 2010). Negli ultimi due decenni, l’America da sola ha visto i tassi di prevalenza dell’obesità quasi raddoppiati dal 12,8% al 22,5% (Kuczmarski, Flegal, Campbell, & Johnson, 1994; Mokdad et al., 1999).

È ormai risaputo che la riduzione del peso corporeo per contrastare l’obesità aiuta a combattere anche i suoi effetti negativi – diabete e malattie cardiovascolari-metaboliche. Gli interventi per ridurre il peso corporeo, nello scenario attuale, hanno quindi assunto una grande importanza. L’esercizio da solo, tuttavia, non ha avuto successo nel controllare la diffusione dilagante dell’epidemia di obesità. Una combinazione di esercizio fisico e interventi dietetici sembra essere un’opzione migliore.

La supplementazione con proteine ​​del siero del latte, in particolare, proteine ​​del siero del latte è emersa come un nuovo ed entusiasmante metodo nutrizionale. Le prove schiaccianti supportano l’opinione che le proteine ​​del siero del latte non solo svolgono un ruolo nell’aumentare il dispendio energetico a riposo (Luhovyy, Akhavan, Anderson, 2007), perdita di grasso corporeo e crescita (e mantenimento) della massa magra ma riducono anche i rischi associati all’obesità e malattie cardiovascolari-metaboliche. Tanto che la maggior parte dei ricercatori ritiene che l’integrazione di proteine ​​di siero di latte dovrebbe ora essere una parte di routine dei protocolli di gestione e di trattamento per quasi tutti i casi di obesità, diabete e condizioni cardiovascolari e metaboliche.

Che cosa è la proteina del siero di latte?

Le proteine ​​del siero di latte sono una delle due principali proteine ​​del latte – l’altra è la caseina. Essendo alto nel suo contenuto di BCAA (amminoacidi a catena ramificata – leucina, isoleucina e valina) – il siero svolge un ruolo importante nella crescita e nella riparazione dei tessuti, in particolare nei muscoli (Bowen, Noakes, & Clifton, 2006).

Inoltre le proteine ​​del siero del latte – proteine ​​che rimangono solubili nel siero del latte, ad esempio β-lattoglobuline, α-lattoalbumina, immunoglobuline, lattoferrine e altre (Hulmi, Lockwood e Stout, 2010; Luhovyy et al., 2007) – offrono un numero di altri vantaggi, vale a dire miglioramento della sintesi proteica, migliore assorbimento del minerale, riduzione della glicemia, riduzione dei lipidi nel sangue e miglioramento della sensibilità all’insulina (Pal, Ellis, & Ho, 2010; Lan-Pidhainy & Wolever, 2010; Pilvi, Korpela, Huttunen, Vapaatalo e Mervaala, 2007 ).

Ruolo delle proteine ​​del siero del latte nella prevenzione dell’obesità e delle condizioni cardiovascolari-metaboliche

Diamo una breve occhiata a come le proteine ​​del siero di latte esercitano i suoi effetti benefici.

  • Maggiore riduzione del grasso corporeo rispetto ad altre proteine ​​o altri ingredienti dietetici (Takahashi, de Oliveira, Moreto, Portero-McLellan, & Burini, 2010; Frestedt, Zenk, Kuskowski, Ward, & Bastian, 2008; Baer et al., 2011; Pilvi et al., 2008; Mortensen et al., 2009)
  • Crescita e mantenimento della massa magra – alti livelli di leucina (presente nel siero di latte) consente di utilizzare le calorie in eccesso per la crescita muscolare piuttosto che essere immagazzinate come grasso (Pilvi et al., 2007)
  • Aumento della sensibilità ormonale incluso quello per la leptina (Pilvi et al., 2008) e l’insulina (Pal & Ellis, 2010)
  • Migliore controllo glicemico (controllo del livello di zucchero nel sangue) con miglioramento della sensibilità all’insulina e aumento del rilascio di insulina a digiuno e postprandiale (post-alimentare) (Pal & Ellis, 2010; Frid, Nilsson, Holst, & Bjorck, 2005; Li et al., 2010; Mortensen et al., 2012). Sebbene i livelli di insulina siano aumentati, questo non si traduce in una deposizione di grasso (una delle azioni dell’insulina) – l’elevato contenuto di leucina del siero di latte impedisce il deposito di grasso (Pal & Ellis, 2010).
  • Ridotto rischio di malattie cardiovascolari diminuendo i livelli di triacilglicerolo (grasso) nel sangue (Pal et al., 2010; Pal & Ellis, 2010; Pal & Ellis, 2010; Mortensen et al., 2009)
  • Gli aminoacidi proteici del siero di latte come l’α-lattoalbumina e la β-lattoglobulina agiscono come precursori di molecole che inibiscono l’ACE (enzima di conversione dell’angiotensina). Pertanto, le proteine ​​del siero di latte svolgono indirettamente un ruolo nel contrastare la pressione sanguigna elevata (Pal & Ellis, 2010; Pal & Ellis, 2010; Takahashi et al., 2011).

Oltre agli effetti sopra citati, il siero di latte ha altri incredibili benefici come la protezione del fegato, l’azione antinfiammatoria e l’azione anti-ossidativa.

Anche se la supplementazione di proteine ​​del siero del latte è già popolare tra la popolazione atletica, ha il potenziale per essere parte di quasi tutte le prescrizioni per coloro che soffrono di malattie metaboliche, per non parlare di quelli che cercano di perdere peso in eccesso.

Riferimenti bibliografici

https://www.healthguidance.org/entry/19940/1/whey-protein-as-a-prevention-and-treatment-option-for-obesity-and-cardiovascular-metabolic-diseases.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto