Vitamine e integratori

Bacche di goji , le proprietà e le dosi giornaliere

Le piante delle bacche di goji crescono spontaneamente nelle valli himalayane ed in Siberia. In Cina vengono coltivate da migliaia di anni.
Si tratta di arbusti caducifogli, della famiglia delle solanaceae e del genere lycium, che crescono da 1 a 3 metri di altezza, e che sono botanicamente «imparentati» coi pomodori, le melanzane,  i peperoncini, il tabacco.
bacche-di-goji-dosaggio

Le bacche goji nella medicina tradizionale cinese

I frutti di due specie di arbusti di origine tibetana, il lycium barbarum ed il lycium chinense, costituiscono nel loro insieme quelle che noi chiamiamo bacche goji (in cinese, gǒuqǐ).

Le bacche di goji / gǒuqǐ sono inserite nella Farmacopea della Repubblica popolare cinese (2000),

Il loro tradizionale utilizzo, risalente a 2300 anni fa, è volto alla prevenzione di alcune patologie come, diabete, iperlipidemia, cancro, epatite, disturbi immunitari, trombosi, e infertilità maschile.

Nella medicina tradizionale cinese queste bacche vengono anche utilizzate,

  • per le loro proprietà anti-aging e tranquillizzanti,
  • per la loro capacità di spegnere la sete,
  • nonché per il loro effetto energetico,
  • come ingredienti chiave in molti rimedi per gli occhi a base d’erbe,
  • per il nutrimento del sangue e l’arricchimento dello yin,
  • per il loro effetto tonico per il fegato, i reni ed i polmoni.

Le proprietà e gli utilizzi delle bacche di goji

Le principali sostanze che vengono isolate dalle bacche sono, i carotenoidi beta-carotene, la luteina, il licopene, la zeaxantina,  i polisaccaridi (che costituiscono il 30% della polpa), le vitamine (acido ascorbico, tocoferolo), gli acidi grassi, la betaina ed i peptidoglicani.

Da queste sostanze derivano le proprietà e gli effetti benefici che vengono oggi riconosciuti alle bacche di goji.

Giovano al potenziamento del sistema immunitario e alla protezione dall’influenza

Vanno pari passo – il potenziamento del sistema immunitario  – e la protezione dalle influenze: le vitamine contenute nelle bacche goji potrebbero favorire entrambi.

Alcuni test fatti in laboratorio su dei topi anziani hanno mostrato come le bacche goji aiutino a potenziare l’efficacia del vaccino antinfluenzale.

E tutto ciò è importante se si considera che i vaccini contro l’influenza non sempre forniscono una protezione totale contro i virus.

Tutto ciò lascia intendere che le bacche goji possano prevenire, negli anziani che sono stati vaccinati contro l’influenza, le infezioni (successive).

Sappi però che le bacche goji non costituiscono una protezione sostitutiva ai vaccini contro l’influenza: per cui, tu e la tua famiglia fate pure ogni anno l’iniezione antinfluenzale.

Danno un potenziale contributo nella perdita di peso

Anche solamente delle quantità minime di bacche di goji sono un concentrato di energia salutare.

Il loro gusto ricco e dolce, insieme al loro elevato contenuto di fibre, può aiutare a mantenerti attivo mangiando in modo sano.

Usale perciò come uno snack leggero per evitare di esagerare durante i pasti.

Aggiungile allo yogurt o all’insalata allo stesso modo in cui utilizzeresti dell’uvetta.

Il loro valore nutrizionale, associato con poche calorie e con pochi zuccheri, le rende un perfetto sostituto di altri tipi di frutta secca aventi un maggiore contenuto di zuccheri.

Una porzione da 28 g di bacche goji contiene infatti solo 23 calorie.

Una alternativa: una valida alternativa alle bacche di goji per perdere peso sono i semi di chia.

I semi di chia sono i semi di una pianta floreale, la salvia ispanica. Questi:

  • favoriscono il senso di sazietà,
  • sono ricchi di acidi grassi polinsaturi, contengono il 34% di acidi grassi omega 3,
  • sono una buona fonte di calcio,
  • aiutano a regolare i livelli degli zuccheri nel sangue,
  • prevengono un’eccessivo aumento di peso.

Le bacche di goji sono degli antiossidanti per gli occhi e per la pelle

Recenti studi hanno evidenziato l’alta quantità di antiossidanti contenuta nelle bacche di goji: specialmente di zeaxantina.

E’ la zeaxantina che conferisce alle bacche di goji, come pure allo zafferano e ai peperoni dolci, il loro colore brillante.

Gli antiossidanti proteggono le cellule dalla distruzione conseguente all’esposizione al fumo ed alle radiazioni.

Per di più, i cibi contenenti salutari livelli di antiossidanti, contengono spesso molte fibre e pochi grassi “dannosi”.

Gli stessi studi avevano anche rilevato che gli anziani che avevano assunto un’integratore giornaliero di bacche goji per 90 giorni, avevano riscontrato una minore ipopigmentazione e minori drusen (cioè depositi gialli) nei loro occhi.

Sono utili a tenere controllata la glicemia

Le dolci bacche goji potrebbero essere il tuo nuovo cibo preferito se adori particolarmente i dolci. Infatti, le bacche goji aiutano a:

  • abbassare potenzialmente la glicemia,
  • migliorare la tolleranza allo zucchero,
  • alleviare l’insilino resistenza,
  • potenziare e recuperare le cellule che collaborano alla produzione di insulina.

Consulta il tuo medico prima d’iniziare ad aggiungere delle bacche goji alla tua normale dieta, specialmente se hai già una glicemia bassa.

Se inizi a mangiarle regolarmente, potresti dover infatti controllare la tua glicemia più spesso.

Sono utili ad aumentare il livello di testosterone

Le bacche goji storicamente sono sempre state associate alla fertilità sessuale.

Uno studio condotto sui ratti ha mostrato che le bacche goji:

  • aumentavano la quantità e la motilità dello sperma e rendevano più breve la risposta erettile ed giaculatoria;
  • miglioravano la capacità sessuale;
  • miglioravano il ripristino dei livelli di testosterone.

Alcune ricerche lasciano intendere che le bacche goji possano essere un’alternativa ai farmaci per trattare le disfunzioni erettili, come il Viagra. [3]

La dose giornaliera di bacche di goji raccomandata

La dose giornaliera di bacche goji di ognuno di noi dipende dalla sua età e dalla sua salute.

Non si hanno sufficienti dati per poter consigliare un dosaggio esatto.

In genere, per una persona senza specifiche patologie, la quantità di bacche goji da assumere dipende dal tipo di prodotto che viene consumato.

Ad ogni modo, le quantità giornaliere raccomandate potrebbero essere le seguenti:

per le persone sane

Ancorché non ci sia un limite superiore preciso, una manciata di bacche goji disidratate al giorno non ti creerà nessun problema di salute.

Scegli rigorosamente bacche di goji essiccate vendute in confezioni opache [5]

In alternativa, prendi un misurino di succo di goji puro al 100%.

  • Nota bene. Un buon succo di goji, è puro al 100%; non è diluito, ed é conservato in bottiglie di vetro scuro,
  • mentre le confezioni in plastica non sono mai la scelta migliore per un prodotto naturale. [5]

nella tradizionale cinese

Per preparare il tè goji, nella medicina tradizionale cinese vengono utilizzati  5-15 g di bacche essiccate.

Il tè può essere bevuto una volta, e la sua quantità è di circa mezza tazza.

in capsule

Si possono assumere delle capsule di goji da 2500 mg,: ma solo sotto la supervisione medica.

E’ consigliabile scegliere un estratto secco titolato, con una chiara e precisa determinazione di principio attivo, che é cosa ben diversa dal frutto polverizzato.

Ti consiglio comunque di fare sempre riferimento ai dosaggi che sono riportati sull’etichetta del prodotto che assumi.

per specifiche malattie

Se vengono assunti prodotti a base di bacche goji per trattare malattie specifiche, allora la dose dipende dalla malattia e, in ogni caso, è meglio consultare il medico.

Dove poter acquistare prodotti a base di bacche goji di qualità

Le bacche di goji possono in genere essere acquistate online a prezzi convenienti.

Anche in questo caso, è bene che tenga a mente le linee guida segnalate nel paragrafo precedente.

Se vuoi acquistare un prodotto di qualità,

  • e beneficiare delle sue qualità quanto più possibile,
  • senza correre alcun rischio,
  • potrai trovare sul sito Macrolibrarsi alcuni prodotti interessanti,

Altrimenti puoi prendere in considerazione anche le offerte di cui sotto.

Le bacche di goji in gravidanza e allattamento. Le loro interazioni coi farmaci

Al momento mancano delle informazioni circa l’efficacia e la sicurezza delle bacche goji durante la gravidanza e l’allattamento. [2]

Tuttavia, secondo alcuni potrebbero essere una causa di aborto.

Sono stati riferiti casi di avverse interazioni da parte di soggetti avevano assunto warfarin, un farmaco anticoagulante.

Secondo gli esperti, si possono avere delle interazioni avverse anche nelle persone che utilizzano dei medicinali contro il diabete.

Se assumi dei farmaci, prima di iniziare un trattamento con le bacche di goji consultati con il tuo medico.

Altri effetti collaterali, ed avvertenze circa i prodotti a base di bacche di goji

Molti test clinici evidenziano (al di la quanto detto prima) scarse o assenti reazioni avverse dovute all’impiego di queste bacche  [2]

Ad ogni modo, consulta sempre il tuo medico prima d’iniziare ad assumere le bacche goji.

Alcune aziende produttrici potrebbero semplicemente affermare che le bacche hanno minori effetti collaterali rispetto ai farmaci.

Tuttavia potrebbero – comunque – interagire con qualsiasi farmaco tu stia assumendo.

Ad ogni modo, dovresti evitare di aggiungere le bacche goji alla tua dieta se:

  • hai un basso indice glicemico,
  • stai usando anticoagulanti come il warfarin,
  • soffri di ipotensione o di ipertensione,
  • stai allattando, sei in gravidanza o hai allergia a queste bacche.

Un quarto di tazza di bacche goji soddisfa il 340% del tuo fabbisogno di vitamina A.

Se pensi di dover evitare i rischi dovuti alla tossicità di un’eccessiva dose di vitamina A, potresti dover ridurne la quantità di questa bacche.

I valori nutrizionali delle bacche di goji

Queste bacche contengono tutti gli 8 aminoacidi essenziali.

Una singola porzione da 128 g fornisce quasi il 10% del tuo fabbisogno giornaliero di proteine.

Si tratta di quantità sorprendenti per un frutto.

I carboidrati contenuti nelle bacche goji sono carboidrati complessi.

Ciò significa che la tua glicemia si alzerà piuttosto lentamente, riducendo il rischio di un successivo crollo degli zuccheri. [2]

Le bacche goji sono una buona fonte di vitamine, e di minerali:

  • vitamina C,
  • fibre,
  • ferro,
  • vitamina A,
  • zinco,
  • antiossidanti,
        
    
      

[1] https://www.thesuperfoods.net/goji-berry/what-is-an-ideal-dosage-for-goji-berry
[2] https://www.drugs.com/npp/goji-berry.html
[3] http://www.healthline.com/health/goji-berry-facts?s_con_rec=false&r=00#Healthbenefits4
[5] http://www.albanesi.it/alimentazione/integratori/bacche-di-goji.htm

Potresti essere interessato a:
Vitamine e integratori

La glucosamina solfato: efficacia, utilizzi, integratori

Vitamine e integratori

Salute delle ossa ed alimentazione: perché una dieta disintossicante non fa sempre bene

Vitamine e integratori

Meritene® Forza e Vitalità: le 4 versioni, dove acquistarlo, prezzi

Vitamine e integratori

La lecitina, e la lecitina di soia: proprietà ed integratori