Home | Viso e corpo | Infezione da stafilococco – prevenzione, sintomi e cure

Infezione da stafilococco – prevenzione, sintomi e cure

 

https://www.medimagazine.it/rimedi-naturali-per-combattere-le-infezioni-da-stafilococco/

https://www.albanesi.it/salute/minori/endocardite.htm

http://www.ilconsigliasalute.com/come-si-cura-lo-stafilococco-aureo/

???????????? LEGGI     https://www.albanesi.it/salute/stafilococco.htm

Le infezioni da stafilococco

Lo stafilococco e le infezioni da stafilococco

Lo stafilococco è un batterio molto comune che si trova sulla pelle della maggior parte delle persone, senza causare problemi.

Si tratta di un batterio gram-positivo appartenente alla famiglia Staphylococcaceae che pero  è anche in grado di causare nell’uomo diversi tipi di infezioni, alcune anche molto serie.

Esistono più di 30 tipi di stafilococchi capaci causare infezioni, ma il patogeno più ricorrente per l’uomo è sicuramente Staphylococcus aureus.

Se questo batterio riesce ad accedere all’interno dell’organismo, per esempio attraverso una ferita o percorrendo il tratto respiratorio, può causare infezioni estremamente serie.

Il termine generico che indica l’esistenza di una infezione causata da stafilococco è stafilococcia.

Le categorie a rischio d’infezioni

Le categorie a rischio di infezioni stafilococciche

Tutti sono a rischio di sviluppare un’infezione, ma alcune categorie di persone sono esposte ad un rischio maggiore. Queste sono,

  • gli infanti,
  • le donne che allattano,
  • i diabetici,
  • le persone con dei problemi vascolari o respiratori,
  • i malati di cancro,
  • gli immuno-depressi,
  • le persone che si fanno delle iniezioni,
  • le persone che hanno malattie dermatologiche,
  • le persone sottoposte ad interventi chirurgici,
  • le persone con catetere intravenoso,
I sintomi di un’infezione

I vari sintomi di un’infezione da stafilococco

Sulla pelle I sintomi di un’infezione stafilococcica sulla pelle comprendono

  • ascessi con pus,
  • dolore,
  • gonfiore,
  • rossore dell’area interessata,
  • spurgo del pus.

Nel sangue. Se invece l’infezione si trova nel sangue (situazione detta batteriemia o sepsi) i sintomi possono includere

  • la febbre,
  • i brividi,
  • una pressione bassa (ipotensione).
I tipi di infezioni da stafiolcocco

Infiammazioni causate dallo stafiolcocco

Lo stafilococco può causare diversi tipi di infezioni.

  • La maggior parte di queste determina uno sviluppo localizzato dell’infiammazione in “bolle” dette ascessi.
  • Infezioni superficiali come l’impetigine (la formazione di croste sulla pelle) o la cellulite (un’infezione degli strati della pelle) sono quelle più comuni.
  • Le donne che allattano possono sviluppare un’infezione al seno detta mastite, in cui i batteri possono riversarsi all’interno del latte.
  • Quando stafilococco si trova nei polmoni si ha una polmonite.
  • Quando invece si trova nelle ossa si parla di osteomielite.
  • Se lo stafilococco si trova nel sangue è possibile che infetti il cuore o le valvole cardiache (endocardite).
  • Quando si trovano in circolo, i batteri possono diffondersi in altri organi e causare delle infezioni generalizzate (batteriemia o sepsi). La sepsi può portare allo shock anafilattico o all’insufficienza degli organi, portando rapidamente alla morte.
Lo stafilococco aureo (MRSA)

Lo stafilococco aureo (MRSA)

Ci sono molti tipi di stafilococco; il più noto è lo Staphylococcus aureus (stafilococco aureo) un comune batterio presente sulla cute e sulle membrane mucose nel 20-30% delle persone sane.

Il Methicillin-Resistant Staphylococcus Aureus (MRSA) o stafilococco aureo resistente alla meticillina, è un batterio capace an che di provocare delle infezioni in diversi distretti corporei.

Rispetto agli altri ceppi di stafilococco aureo risulta molto più difficile da curare, perché resistente alla maggior parte degli antibiotici più comunemente utilizzati.

I sintomi delle infezioni dal MRSA dipendono dal sito dove queste si sono sviluppata.

  • In molti casi si verificano solo delle leggere infezioni della pelle, ferite o bolle,
  • ma il  Methicillin-Resistant Staphylococcus Aureus (MRSA) può anche provocare quadri più gravi di infezioni dermatologiche o infettare le ferite da operazioni chirurgiche, infettare il sangue, i polmoni o il tratto urinario.

Nonostante la maggior parte delle infezioni da MRSA non siano gravi, alcune di esse possono diventare fatali per il paziente.

Molti esperti nel campo della sanità sono allarmati dal rapido diffondersi di questi ceppi antibiotico-resistenti. Talvolta, proprio a causa della difficoltà nel curarlo, MRSA viene chiamato “super-batterio”.

Le possibili complicazioni delle infezioni

Le possibili complicazioni delle infezioni stafilococciche

Le infezioni della pelle dovute a stafilococchi possono causare una malattia più grave chiamata sindrome della cute ustionata da stafilococco, più comune nei bambini, ma presente anche negli adulti.

L’infezione causa lo sfaldamento degli strati superiori della pelle che cadono come quando si viene ustionati.

Quando l’infezione riguarda una superficie ampia del corpo può anche risultare fatale.

Questa sindrome viene curata tramite l’iniezione intravenosa di antibiotici e fluidi per prevenire la disidratazione.

L’intossicazione alimentare da stafilococco

Le intossicazione alimentari da stafilococco (stafiloenterotossicosi)

È possibile prendersi una intossicazione alimentare anche assumendo cibi contaminati dal batterio Staphylococcus aureus.

Questo patogeno infatti rilascia delle particolari tossine nel cibo che causano la comparsa rapida di sintomi quali nausea e vomito. In alcuni casi compare anche la febbre.

I cibi maggiormente associati allo Staphylococcus sono,

  • le uova,
  • la carne,
  • il pollame,
  • le insalate miste,
  • prodotti da forno ripieni di creme e di latticini.
Le diagnosi

La diagnosi delle infezioni stafilococciche

Un medico è in grado di diagnosticare un’infezione da stafilococco semplicemente esaminando la pelle e di solito non è necessario eseguire altri esami di laboratorio.

Le infezioni più gravi invece, come quelle del sangue, la polmonite o l’endocardite richiedono degli esami colturali (per esempio, un campione di sangue, pus o tessuto viene coltivato in laboratorio per confermare la presenza di stafilococco).

Una volta ricevuta la conferma, bisogna quindi eseguire un antibiogramma per capire a quali antibiotici il batterio sia più sensibile.

Le cure

La cura di un infezione da stafilococco

Il trattamento delle infezioni da stafilococco dipende dalla localizzazione e dalla severità dell’infezione.

Le infezioni minori possono essere curate tramite antibiotici topici o orali.

Gli ascessi sono solitamente trattati tramite incisione e drenaggio del contenuto o chirurgia.

Le infezioni più gravi che riguardano aree più estese di pelle, vari organi o il sangue sono solitamente trattate con antibiotici per via endovenosa.

Un’infezione da MRSA può risultare estremamente problematica da trattare con antibiotici.

la prevenzione

La prevenzione

Al momento non esistono vaccini in grado di prevenire Staphylococcus aureus.

La prevenzione rimane quindi la miglior difesa contro l’infezione da stafilococco. Per prevenire la diffusione di questi batteri è bene:

  • Lavarsi le mani spesso e vigorosamente con acqua e sapone o con un disinfettante a base di alcool.
  • Lavarsi una volta al giorno; se si è atleti lavarsi immediatamente dopo l’attività fisica.
  • Tenere pulite e coperte tutte le ferite fino alla guarigione.
  • Non condividere nessun oggetto personale inclusi asciugamani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto