Il glucomannano per dimagrire: ecco come funziona

Il glucomannano per dimagrire

Il glucomannano

Il glucomannano

Il glucomannano (amorphophallus konjak) è una pianta ricca di fibre con delle spiccate proprietà dimagranti,

Il glucomannano è un polisaccaride (carboidrato) che viene estratto dalla radice di questa pianta tropicale, che é disponibile sotto forma di fibra alimentare solubile in acqua, che viene utilizzato nella produzione di molti prodotti alimentari.

Viene utilizzato spesso nelle diete dimagranti, ed in quei regimi alimentari che volti a favorire la perdita di peso.

Ciò in quanto quando viene a contatto con un liquido, aumenta notevolmente di volume e, grazie a questa sua proprietà, provoca subito un senso di sazietà, limitando quindi la quantità di cibo che si ingerisce.

A questo suo effetto va aggiunto l’ulteriore vantaggio di un valore calorico molto basso.

Per quanto si tratti di un prodotto naturale, l’uso del glucomannano per dimagrire deve essere valutato con la massima precauzione, poiché non sempre viene sempre indicata l’esatta quantità presente nelle confezioni con cui viene commercializzato , e talvolta può causare effetti collaterali non desiderati.

In che modo ci aiuta a dimagrire

In che modo il glucomannano aiutare a dimagrire

Il meccanismo dimagrante del glucomannano è legato alla sua stessa natura di fibra alimentare solubile.

Quando viene assunto assieme ad un liquido, questo prodotto si gonfia notevolmente, arrivando quasi a raddoppiare il proprio peso e contribuendo in tal modo a trasmettere rapidamente un senso di sazietà.

Inoltre, quando si trova all’interno del tubo digerente, tende ad incrementare la viscosità del bolo alimentare, rendendolo in parte non assorbibile dall’intestino.

Una volta arrivato nel tratto intestinale, il glucomannano viene quasi totalmente lavorato dalla flora batterica ed eliminato con l’evacuazione.

Questo significa che l’azione del glucomannano per dimagrire è dovuta, sia alla sua capacità di rigonfiarsi e aumentare di volume, diminuendo il senso di fame, sia alla sua capacità di ridurre l’assorbimento di grassi e carboidrati da parte dell’intestino.

Per queste sue proprietà l’uso del glucomannano può essere indicato nel contesto di un regime dimagrante, e per il controllo degli episodi di fame nervosa o di altri disordini alimentari.

I dosaggi

Dosi e modalità di assunzione del glucomannano

In commercio è possibile trovare il glucomannano sia sotto forma di polvere solubile, sia in barattolo sia in bustine già dosate, oppure anche in capsule.

Le dosi – da assumere prima dei pasti con acqua abbondante – che vengono normalmente indicate vanno da 1 a 4 grammi: si raccomanda di seguire le dosi indicate e, per maggior sicurezza, di chiedere dei consigli al proprio medico di fiducia o all’omeopata.

In erboristeria è reperibile anche la radice secca di glucomannano, da utilizzare per la preparazione di una tisana o di una tintura madre.

I prezzi di alcuni prodotti

I prezzi di alcuni prodotti che potrebbero esserti utili

Potrebbero essere di tuo interesse i seguenti prodotti a base di glucomannano che ci sentiamo di consigliarti.

Le sue proprietà benefiche

Gli altri effetti benefici del glucomannano

Oltre agli effetti dimagranti, il glucomannano apporta anche diversi effetti benefici al nostro organismo, utili acontrastare alcuni problemi ed alcuni disturbi piuttosto diffusi.

La sua capacità di assorbire l’acqua ed inglobare il bolo alimentare, provoca l’effetto di un lassativo di tipo osmotico e contribuisce alla formazione di feci morbide e rende più rapido il loro passaggio nell’intestino.

Il suo effetto di riduzione dell’assorbimento di carboidrati e dei grassi favorisce invece la riduzione dei livelli di colesterolo e di trigliceridi nel sangue.

I suoi utilizzi

Come viene utilizzato il glucomannano nell’alimentazione

Per chi vuole dimagrire ed apportare fibre solubili all’organismo, il glucomannano è disponibile sotto forma di integratori alimentari: gli integratori sono dei prodotti ideali per favorire la perdita di peso e per tenere sotto controllo l’assunzione quotidiana di calorie.

Il glucomannano viene indicato in particolare il trattamento dell’obesità: con dei risultati apprezzabili dopo circa tre mesi di una sua assunzione.

Un’integratore a base di glucomannano può essere utile per il trattamento, anche preventivo, della stipsi.

Questo prodotto, naturalmente dopo il parere del proprio medico, può essere somministrato anche ai bambini e alle donne in gravidanza.

La proprietà di questa sostanza di velocizzare il transito intestinale e di formare delle feci morbide è utile, in quanto riduce l’infiammazione, anche nei trattamenti sintomatici di alcune patologie dell’intestino, come la diverticolite e la sindrome del colon irritabile.

La capacità del glucomannano di limitare l’assorbimento degli zuccheri e dei grassi si rivela utile nelle forme di diabete non insulino-dipendente, oppure correlate al periodo della gestazione.

Ciò al fine di contrastare il problema di un livello di colesterolo e di trigliceridi troppo alto e dei casi di ipertensione dovuta a un’ipercolesterolemia e al sovrappeso.

Il glucomannano viene impiegato nell’industria alimentare prevalentemente come addensante ed emulsionante, ed è presente in una vasta gamma di prodotti: dai surgelati, ai prodotti da forno, alla gomma da masticare.

Nella cucina orientale viene utilizzato per molte preparazioni a base di soia, di tofu, di spaghetti e di prodotti da forno.

Eventuali suoi effetti indesiderati

Controindicazioni e gli eventuali effetti collaterali

Normalmente il glucomannano è ben tollerato e solo raramente provoca problemi ed effetti collaterali.

Comunque e bene sempre bene prestarci attenzione, al fine di evitarli oppure di porvi rimedio.

Nel caso di terapie farmacologiche in corso, prima di assumere del glucomannano per dimagrire,è necessario chiedere il parere del proprio medico in quanto potrebbe provocare la riduzione dell’assorbimento dei principii attivi delle medicine.

In questi casi, occorre prestare attenzione ed evitare di assumere il prodotto in contemporanea al farmaco, rispettando i dovuti tempi di intervallo tra uno e l’altro.

Il glucomannano deve essere correttamente assunto con molta acqua: in caso contrario, potrebbe causare stitichezza, soprattutto se l’intenzione era quella contraria di ottenere un’effetto lassativo.

Come per ogni altro integratore alimentare, anche per gli integratori alimentari a base glucomannano è necessario osservare le dosi previste o, eventualmente, chiedere un consiglio al medico di fiducia.

Una quantità eccessiva di questo prodotto potrebbe infatti provocare anche problemi gastrointestinali, crampi, dolori addominali, nausea, gonfiore, meteorismo e diarrea.

Nel corso del tempo, la riduzione dell’assorbimento degli alimenti prodotta dal glucomannano rischia di portare a delle carenze nutritive quanto a vitamine, a sali minerali e ad altri elementi di fondamentale importanza.

Per tale ragione è importante assumere il prodotto sempre sotto controllo del medico, evitando inoltre di superare i 5 / 6 mesi di trattamento.

Per quanto si tratti di un prodotto naturale, in alcune condizioni è preferibile, comunque evitarne l’uso.

In particolare, è sconsigliato per i soggetti che soffrono di ernia iatale, di reflusso gastrico e di ulcera, di ostruzioni intestinali anche sospette o pregresse, di stenosi dell’esofago e altri problemi che possono causare delle difficoltà di deglutizione.

Anche per i pazienti che assumono regolarmente dei farmaci salvavita, l’uso del glucomannano è controindicato in quanto potrebbe limitarne l’assorbimento, e quindi l’efficacia.

In ogni caso, per evitare del problemi nel caso ci fossero delle terapie farmacologiche di qualsiasi tipo in corso, si raccomanda di chiedere consiglio al proprio medico di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto