La frutta di stagione, mese per mese

Se siete interessati ad un’alimentazione più sana e più controllata, senza alimenti “modificati” e volete , allo stesso tempo, anche risparmiare soldi sulla spesa alimentare, il nostro consiglio è di avere un’occhio di riguardo particolare alla frutta ed alla verdura che comperate.

Frutta di stagione mese per mese

Acquistando prevalentemente la frutta e la verdura di stagione, ovvero quella maturata e raccolta nell’ultimo mese, non solo risparmierete sul costo d’acquisto, ma avrete a vostra disposizione prodotti più gustosi, con più proprietà nutritive.

Se non riuscite a rinunciare ad alcuni frutti di importazione, come le banane ad esempio, cercate di acquistarli solo nei periodi in cui sono di stagione nel loro paese d’origine.

Andiamo ora a vedere  – mese per mese – quale frutta è di stagione, dunque più fresca e più salutare.

gennaio

Senza ombra di dubbio gennaio è il mese per acquistare gli agrumi. Spazio dunque alle arance, ai mandarini, alle clementine ed ai pompelmi.

Anche i kiwi, oramai coltivati anche in Italia, sono di stagione in inverno, e fino a primavera.

Gennaio è anche un’ottimo periodo per acquistare le mele, le pere ed i cachi.

febbraio

Proseguiamo con il mese più corto dell’anno, nel corso del si può ancora approfittare di mangiare molti agrumi ricchi di vitamina C, tranne i limoni ed i pompelmi.

Si può inoltre continuare ad acquistare i kiwi prodotti in Italia, ed anche le mele e le pere.

Febbraio è anche il mese in cui le banane, ricche di potassio, raggiungono la loro piena maturazione nei loro paesi d’origine, dunque in febbraio saranno più buone e più ricche di nutrienti.

Inoltre, febbraio è anche il mese in cui si possono acquistare le prime mandorle.

marzo

Non molto diversa la situazione di marzo, in cui si possono ancora gustare ancora gli agrumi ed i kiwi.

Inoltre non “spariscono” nemmeno le mele e le pere, e le banane rimangono di stagione, diventando ancora più buone.

Questo è anche il mese adatto per acquistare i limoni ed i cedri.

aprile

Arriva la primavera e si cambia frutta!

Con i primi caldi infatti potremo acquistare e degustare le prime fragole coltivate nelle zone più calde, come il sud Italia.

Ad aprile è di stagione anche l’ananas; mentre continuano ad essere d’attualità alcuni agrumi come le arance, i limoni ed i pompelmi.

Ultimo mese, per ora, per mangiare delle buone e nutrienti mele e pere di stagione.

maggio

Il cuore della primavera, il mese in cui diciamo davvero addio al freddo e dunque anche ai suoi frutti, ovvero gli agrumi che ci hanno protetto durante l’inverno con la loro vitamina C.

A maggio inizia il periodo delle gustose ciliege, di cui non riuscirete a fare a meno.

Arrivano dalle zone più calde anche le prime albicocche e le nespole, e ovviamente troverete fragole a grandi quantità.

giugno

Arriva l’estate, ed il caldo porta con sé ancora più frutti: troverete pesche, fichi, susine, prugne ma anche ribes, mirtilli, fragoline di bosco, lamponi e more, e fiori di sambuco per preparare deliziosi sciroppi e succhi di frutta.

Non dimentichiamo inoltre che continuano ad essere di stagione altri frutti, come le albicocche, le ciliege e le fragole.

Arrivano inoltre i primi meloni.

Insomma, con una tale varietà di frutti avrete già dimenticato le mele e gli agrumi dell’inverno.

Potrete preparare delle gustosissime e ricchissime macedonie variegate.

luglio

Continua l’estate ed oltre ai già citati frutti di giugno, che continuano ad essere di stagione, arrivano anche le dolcissime angurie, ed i meloni sono nel pieno della loro maturazione.

Continuano ad essere attuali i fichi e ritroviamo anche le mele e le pere nelle loro varietà estive, come le gala e le gravenstein.

agosto

E’ l’ultimo mese per gustare la gran varietà di frutta estiva, ma soprattutto agosto è l’ultimo periodo per i frutti di bosco, dunque approfittate di mangiare questi frutti ricchissimi di proprietà benefiche per il nostro corpo.

Spuntano invece i primi grappoli d’uva, come le banane molto ricca di potassio, ma povera di sodio.

settembre

Ultimi caldi prima dell’autunno, e la natura ci regala ancora alcuni frutti dolcissimi ed estivi come le pesche, le susine ed i meloni.

Ancora di più i fichi, compresi i fichi d’India, e naturalmente è il periodo migliore per gustare tutte le varietà d’uva.

Inoltre si possono trovare i primi frutti autunnali, anche se non ancora al loro meglio, come le mandorle, i pistacchi ed i melograni.

ottobre

Indubbiamente l’autunno è arrivato, e si è portato via i frutti estivi, ma la natura continua a sorprenderci e ci regala ancora molta uva, melograni e prugne, mentre tornano in tutto il loro splendore le mele e le pere, disponibili in moltissime varietà.

Ad ottobre però i frutti principali sono due: le castagne ed i cachi. Due frutti molto energetici, e ricchi di vitamine (i cachi) e di fibre (le castagne).

novembre

E con i primi freddi vediamo spuntare sui banconi del fruttivendolo i primi agrumi. Tornano infatti  sulle nostre tavole le arance e i mandarini per garantirci il giusto apporto di vitamine per affrontare l’inverno.

Continuano naturalmente ad essere di stagione i cachi, le castagne, le mele e le pere.

Parlando di frutti esotici, novembre è il mese in cui potete acquistare gli avocado, che sono di stagione nei loro paesi di origine, e dunque ancor più buoni e nutrienti.

dicembre

E per il Natale e la fine dell’anno non possono mancare gli agrumi in tutte le loro varietà, compresi i limoni e la frutta secca.

Dicembre inoltre è il mese in cui potete trovare davvero l’ananas di stagione, anche se, come la banana e le mele,  questi frutti sono disponibili tutto l’anno.

Anche per il cenone di San Silvestro la macedonia è assicurata!

Torna in alto