Piperina: cos’è e come agisce PER GP

Non hai mai sentito parlare della piperina? Eppure l’hai sicuramente già provata! Si tratta di elemento alcaloide del pepe nero, una delle spezie più usate nelle cucine di tutto il mondo. Il suo sapore è leggermente amarognolo, è proprio la piperina che causa quella sensazione di piccantezza sulla punta della lingua quando mangiamo un alimento su cui è stato sparsa questa spezia scura.

Come forse saprai già, il pepe fa parte della medicina Ayurvedica, per cui le sue proprietà benefiche sono conosciute già da centinaia se non migliaia di anni. Ma di preciso a cosa serve la piperina? Si può utilizzare la piperina per dimagrire? Ci sono delle controindicazioni? Andiamo a scoprire le risposte di tutte queste interessantissime domande!

Quali sono le proprietà e i principali benefici della piperina?

ha un’azione antiossidante

aiuta l’organismo a depurarsi

stimola la digestione e brucia le tossine

aumenta la produzione di serotonina

è un alleato contro i disordini metabolici e nel tenere sotto controllo la fame nervosa

Grazie a questi suoi principi, la piperina è molto utilizzata negli integratori alimentari che favoriscono il dimagrimento. Grazie alla sua potente azione di assorbimento dei componenti nutrizionali, la piperina è un vero e proprio esaltatore nutrizionale, ovvero sì, sotto forma di integratore alimentare in bustine o in compresse (ma anche più semplicemente aggiungendo un pizzico di più in pepe alle proprie pietanze) consente di stimolare il metabolismo.

Questo significa che il solo consumo di piperina mi farà dimagrire? Purtroppo no, sarebbe troppo facile, bisogna in ogni caso seguire una dieta corretta e fare tanto allenamento fisico. Ricordati sempre che gli integratori alimentari non sono un’alternative a uno stile di vita sana e attiva. Ma in ogni caso i benefici dalla piperina, quando consumata in maniera regolare, portati all’organismo sono sicuramente molto positivi.

Come si utilizza la piperina?

La piperina si può trovare facilmente in erboristeria o nei negozi alimentari etnici sotto forma di pomate, creme, tè, tisane, mix di spezie e di integratori alimentari. Giornalmente la quantità consigliata è di 5 mg. Per aggiungere un tocco esotico alla vostra dietia vi consiglio di provare ad aggiungere il masala come condimento per riso, cous cous, carne o verdure. Si tratta di una mistura di spezie tipicamente indiane capace di esaltare qualsiasi piatto di questa regione. Se però sulla vostra tavola preferite i piatti della tradizione, allora perché non preparare una bella cacio e pepe?

Non molti, invece, sanno che in erboristeria oltre a richiedere le tisane contenenti la piperina, esistono anche delle pomate con il suo principio attivo. Queste vengono utilizzare per aiutare a combattere tanti tipi di disturbi diversi, come ad esempio attenuare i dolori muscolari, articolari o dati da contusioni. Ma anche per il trattamento della vitiligine.

Quali sono le controindicazioni all’utilizzo della piperina?

È importante innanzitutto non superare la dose giornaliera riportata qui sopra (5mg). In secondo luogo, come con i classici integratori alimentari, anche la piperina non andrebbe assunta per più di mese. Può essere nuovamente introdotta nella propria dieta dopo aver atteso almeno un mese di pausa.

In qualsiasi caso è sconsigliato assumerla per chi soffre di ulcera, gastrite, emorroidi, ipertensione, colite, pirosi e reflusso gastrico. Non è consigliata nemmeno per le donne in stato di gravidanza o durante l’allattamento, né per i bambini piccoli. Nonostante non siano mai stati riscontrati effetti tossici nella piperina, è sempre consigliabile richiedere il parere del proprio medico prima di cominciare ad assumere degli integratori alimentari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto