Home | Viso e corpo | Olio di canapa

Olio di canapa

L’olio di semi di canapa, ottenuto dai semi della Cannabis sativa L., è noto per le sue proprietà nutritive, per la sua salute e per la sua bioattività.  [a]
Rispetto agli altri oli vegetali, è una fonte particolarmente ricca di acidi grassi essenziali n-3 e n-6, vale a dire acido linoleico (18: 2 n-6, 55% in peso) e acido alfa-linolenico (18: 3 n-3, al 20% in peso). Il contenuto di acido gamma-linolenico (18: 3 n-6) è pari a circa 1-4% in peso, mentre quello di acidi stearidonici (18: 4 n-3) varia dallo 0,5-2% in peso [ 1 ]. Non meno importante è che l’olio di semi di canapa contiene una quantità moderata o elevata di tocoferoli e tocotrienoli (da 100 a 150 mg per 100 g di olio), fitosteroli, fosfolipidi, caroteni e minerali [ 2]. È interessante notare che le già citate proprietà benefiche dell’olio di semi di canapa offrono numerose potenziali applicazioni, ad esempio come componenti in alimenti funzionali e nel trattamento di vari problemi di salute. Qui, l’abbassamento del colesterolo alto e l’ipertensione arteriosa possono essere indicati come esempi [ 3 , 4 ]. I benefici per la salute dell’olio di semi di canapa sono attribuiti principalmente al rapporto desiderabile n-3 e n-6 di acidi grassi, 3: 1, che è consigliato come ottimale per la nutrizione umana [ 5 , 6 ]. È stato dimostrato che l’assunzione squilibrata di acidi grassi n-3 e n-6 è associata a molte malattie, come il diabete, le malattie cardiovascolari e il cancro. Notevole anche la presenza di acido gamma-linolenico nell’olio, che è carente nella dieta media occidentale [6 ]. Questa composizione unica di olio di semi di canapa si differenzia dagli altri oli di semi comuni e offre opportunità per lo sviluppo di formulazioni nutrizionali speciali [ 7 , 8 , 9 ]. Tuttavia, oltre agli effetti ben documentati di salute e nutrizione, gli effetti antimicrobici e specificamente antibatterici dell’olio di semi di canapa rimangono ancora discutibili [ 10 , 11 ]. [a]
Torna in alto