Le alghe marine

Da alcuni anni in qua, un nuovo “super cibo” da tutti esaltato per le sue numerose proprietà e per la sua versatilità, va prendendo piede anche da noi: si tratta delle alghe marine.

In realtà, da secoli le alghe sono usate come cibo dalle popolazioni che vivono sul mare, in special modo nell’estremo oriente, in Cina ed in Giappone.

Negli ultimi tempi, con l’esplosione di popolarità delle cucine etniche soprattutto di quelle orientali, anche in occidente le alghe marine sono diventate famose e sono molto utilizzate.

Le alghe

Le alghe sono degli organismi vegetali, strutturalmente molto semplici, che hanno hanno diverse forme, diversi colori, diverse dimensioni, che si trovano sopratutto in ambienti acquatici. Possono crescere sia in mare che nei fiumi.

Si pensa che nel non do esistano più di 10.000 tipi di alghe diverse, ognuna con le sue proprietà e con un suo gusto.

Sono una ricca fonte di nutrimento per tutti gli organismi animali che vivono in acqua.

Ma anche per l’uomo sono un’ottimo alimento dai molti valori nutritivi, anche se fino ad ora – almeno in occidente – è stato sottovalutato.

Le alghe non vengono utilizzate solo in cucina o nel folklore, ma trovano impiego anche nelle medicine tradizionali di alcune popolazioni: in particolare nell’alimentazione dei popoli del nord Europa, della Bretagna e dell’Irlanda soprattutto, e nella cucina e nelle medicine tradizionali dei popoli del sud est asiatico.

Oggi andremo a scoprire le proprietà delle alghe marine in generale, e di alcune delle varietà più conosciute in particolare.

Le proprietà delle alghe

Le alghe sono una specie vegetale molto antica, e dalle moltissime proprietà. Negli ultimi anni vengono sempre più apprezzate anche da noi per le loro numerose proprietà e per i loro nutrienti.

Nella alghe, infatti possiamo trovare un’alta percentuale di iodio, utile per il metabolismo ma, in quantità diverse in base ai tipi di alghe, anche molti altri sali minerali come il calcio, il ferro, lo zinco, il rame, il sodio, il magnesio, il potassio ed il fosforo.

Le alghe marine contengono inoltre molte proteine, ben più delle «classiche verdure di terra».

Naturalmente vi troviamo anche molte vitamine, tra cui la A, K, il complesso B, C e D : tutte vitamine molto utili per il nostro organismo.

Inoltre, le alghe marine contengono fibre e mucillagini che regolano la nostra attività intestinale.

In certe alghe marine, è possibile trovare anche l’acido alginico, che favorisce la purificazione del nostro corpo, e che aiuta soprattutto ad eliminare i metalli pesanti.

I benefici delle alghe

Assumendo alghe marine – grazie sopratutto alle loro proprietà sia disintossicanti, che di stimolazione del metabolismo  – nel nostro corpo si attiva un meccanismo di purificazione: infatti, le alghe aiutano il fegato ed  i reni a compiere il loro lavoro di eliminazione delle tossine.

Le alghe possono essere utilmente integrate nella nostra alimentazione per prevenire i disturbi della tiroide, per abbassare la pressione del sangue, e per prevenire malattie cardiovascolari.[1]

Inoltre, gli acidi contenuti nelle alghe hanno delle proprietà antinfiammatorie, e favoriscono il nostro sistema immunitario.

In aggiunta, lo iodio in esse contenuto, oltre che ad essere benefico per la tiroide, stimola anche il nostro metabolismo.

Le sue vitamine e i suoi sali minerali ci aiutano poi a rinforzare il nostro corpo: dai capelli, alle unghie, alle ossa.

I tipi di alghe marine

Come dicevamo prima, esistono più di 10.000 tipi di alghe nel mondo, ognuna con il suo gusto e le sue proprietà.

Andiamo ora a scoprire le alghe più utilizzate e quelle più utilizzate in cucina.

alga nori

l alga nori

Sicuramente la conoscerete come l’alga da sushi.

Infatti, è proprio l’alga nori ad essere utilizzata per arrotolare il pesce e le verdure col il riso per preparate questo famoso piatto giapponese.

Quest’alga è classificata come un’alga rossa: è ricca di vitamina A, e cresce in diverse parti del mondo.

E’molto utile nel favorire la digestione.

alga kombu

alga kombu

Largamente utilizzata nella cucina giapponese, l’aga kombu è di colore scuro Ha foglie molto lunghe (anche diversi metri) e, quando viene fatta essiccare, si riduce a delle strisce nere.

E’ molto ricca di acido glutamico, il quale é utile al funzionamento del nostro cervello. E’utilizzata anche per la depurazione del nostro organismo.

Di solito la si può trovare in alcune zuppe o in alcune insalate.

alga agar-agar

alga-agar-agar

Si tratta di un’altra delle alghe più conosciute.

Viene utilizzata come addensante per i piatti dolci e per quelli salati.

Viene ricavata da un’alga rossa ricca di vitamine, ma assolutamente priva di calorie.

alga wakame

wakame

Un’altra alga dal colore scuro  che viene molto utilizzata nella cucina giapponese nelle zuppe o da affiancare al pesce ed al riso.

Tradizionale è il suo utilizzo nella zuppa di miso.

Ha un sapore delicato. E’ leggermente dura da mangiare, perché al centro ha una nervatura di mucillagini; riesce comunque ad ammorbidire gli altri ingredienti che vengono cucinati insieme a lei.

Anche quest’alga è ricca di acido glutamico e favorisce la depurazione.

alga fagiolini di mare

Fagiolini di mare

Questa é l’alga che forse maggiormente assomiglia ad una verdura. La si può trovare comunemente anche in pescheria.

La si può cucinare saltandola in padella, o la si può anche usare come condimento per una pasta, oppure mangiarla in insalata.

alga dulse

dulse

Quest’alga è originaria dall’Atlantico. E’ stata molto utilizzata nell’alimentazione dei popoli del nord Europa.

E’ ricca di ferro, e può essere mangiata sia con le verdure che con i cereali.

Può essere anche essiccata e consumata come uno snack al posto delle patatine.

alga hijiki

hijiki

E’ un’alga scura molto ricca di calcio. Per questa ragione, vine utilizzata dai popoli orientali per rafforzare le ossa, le unghie ed i capelli.

Di colore molto scuro, l’alga hijiki ha un sapore forte, e quando é bagnata aumenta di volume.

Potete farla saltare in padella con verdure e tufo. Potete associarla ai cereali, oppure potete immergerla in pastella e friggerle.

alga arame

arame

Un’alga bruna, proveniente dal Giappone, molto utile per contrastare i problemi collegati alla tiroide e anche ai problemi legati al metabolismo.

Dal sapore delicato, l’alga arame è utilizzata in moltissimi piatti, sia cotta che cruda.

Le (poche) controindicazioni

Nonostante le alghe siano un’alimento molto nutriente e molto utile per il nostro organismo, in alcuni casi è meglio fare attenzione a come e da chi la consuma.

Con il loro alto contenuto di iodio, non sono infatti indicate per chi soffre di ipertiroidismo.

Inoltre alcune alghe contengono molto potassio, il che può causare dei problemi a chi soffre di disturbi ai reni.

Torna in alto