Gengive infiammate: i rimedi casalinghi fai da te

Le gengive infiammate (gengivite)

Le gengive infiammate (gengivite)

Una lieve infiammazione gengivale, l’avere cioè le gengive rosse, sensibili o gonfie, è un disturbo abbastanza comune.

Di per sé, il fatto di avere una piccola infiammazione non è qualche cosa di cui doversi allarmare, dato che –  come vedremo in questo articolo – spesso può essere  efficacemente trattata anche in ambito domestico con dei semplici rimedi volti a ridurre il disagio e diminuire il gonfiore.

Quando si soffre di una gengivite (termine tecnico per le gengive infiammate) non bisogna trascurarla, e se dura per più di una settimana prendere un appuntamento con il dentista.

E ciò perché una gengivite trascurata può progredire in una parodontite, un’infezione batterica polimicrobica, una condizione molto più grave che può anche causare lesioni mandibolari e la perdita dei denti.

Quindi, se le tue gengive rimangono gonfie per più di una settimana, fissa un appuntamento col dentista affinché individui la causa esatta dell’infiammazione e ti prescriva un trattamento adeguato.

Le cause principali

Le cause principali delle gengive infiammate

Le cause principali delle gengive gonfie ed infiammate sono:

  • una scarsa igiene orale (le particelle di cibo bloccate tra denti e gengive, in particolare),
  • il fumare o il masticare tabacco,
  • il diabete,
  • otturazioni dentali danneggiate,
  • l’impiego di protesi odontodiatriche,
  • le infezioni da virus o da funghi,
  • i cambiamenti ormonali legati alla gravidanza,
  • alcuni farmaci,
  • la malnutrizione.

I rimedi per le gengive gonfie ed infiammate

Di seguito ecco alcuni rimedi casalinghi, peraltro anche supportati dalla scienza, che si sono dimostrati validi per trattare le gengive gonfie ed infiammate

l’acqua salata

Gli sciacqui con una soluzione di cloruro di sodio (NaCl) fanno bene alle gengive ed aiutano a sgonfiare e disinfiammare le gengive infiammate.

Una ricerca indipendente condotta nel 2016 presso l’Università di Chulalongkorn avvalla questa pratica, già molto diffusa nelle nostre zone. (1)

Cosa fare:

  • versa mezzo cucchiaio di normale sale da cucina in una tazza di acqua tiepida e poi mescola;
  • risciaqua la bocca con questa soluzione per venti – trenta secondi, quindi sputala;
  • ripeti l’operazione una seconda volta.

Ripetendo due – tre volte al giorno questo processo, nell’arco di un paio di giorni il problema dovrebbe scomparire. Se così non fosse, rivolgiti al tuo dentista.

gli impacchi caldi e freddi

Gli impacchi caldi e freddi possono alleviare il dolore ed il gonfiore delle gengive gonfie.

Cosa fare:

  • procurati due asciugamani, un contenitore di acqua calda, ed un sacchetto pieno di ghiaccio possibilmente tritato;
  • dopo aver immerso il primo asciugamano in acqua tiepida, spremi l’acqua in eccesso e premilo contro il viso (non in bocca) sulle gengive – per circa 5 minuti;
  • avvolgi questo sacchetto di ghiaccio nel secondo asciugamano, e tienilo contro il viso per circa 5 minuti;
  • ripeti l’operazione fintanto che il ghiaccio non incomincerà a sciogliersi.

Ripetendo questo processo per due – tre volte al giorno, nell’arco di un paio di giorni il dolore ed il gonfiore dovrebbero scomparire. Se non fosse così, rivolgiti al tuo dentista.

il gel di curcuma

La curcuma è una spezia popolare che viene frequentemente utilizzata nella cucina indiana e nella medicina ayurvedica. Tradizionalmente nota come “disintossicante del corpo”, la curcuma è stata recentemente oggetto di diversi studi che hanno confermato molte delle proprietà riconosciutegli dalla medicina tradizionale indiana.

Il principale principio attivo della curcuma é la curcumina che è ottenuta dal rizoma della curcuma longa.

La curcumina ha proprietà antiossidanti, antitumorali, antinfiammatorie, antivirali, antibatteriche, antimicotiche, analgesiche, antiallergiche, antisettiche e quindi ha un potenziale effetto contro varie malattie.

Secondo uno studio del 2015, il gel alla curcuma potrebbe anche prevenire la placca e la gengivite. (2)

Cosa fare:

  • dopo esserti lavato i denti, sciacqua la bocca con dell’acqua fresca;
  • applica il gel di curcuma alle gengive;
  • lascia riposare il gel sulle gengive per circa 10 minuti;
  • sciacqua la bocca per rimuovere il gel e poi sputa.

Fai questo 2 volte al giorno fino a quando il gonfiore scompare.

il perossido di idrogeno

Le gengive infiammate, doloranti o gonfie possono essere trattate anche con una soluzione di acqua e perossido d’idrogeno (3)

Cosa fare:

  • mescolare parti uguali dell’acqua e una soluzione al 3% di perossido di idrogeno;
  • risciacqua l’intera bocca per 15-30 secondi,
  • ripeti l’operazione 2-3 volte al giorno;
  • se la situazione non dovesse migliorare nell’arco di 7-10 giorni, dovresti consultare un dentista.

alcuni oli essenziali

Secondo un articolo dell’European Journal of Dentistry del 2013, la menta piperita, l’albero del tè (comunemente noto come tea tree), e l’olio di timo, sono efficaci nel prevenire la crescita dei microrganismi che causano malattie in bocca. (4)

Cosa fare:

  • Mescolare tre gocce di menta piperita, timo o olio essenziale di tea tree con 8 once ?????? di acqua tiepida; ?????????????????
  • risciacqua la bocca facendo oscillare la miscela per circa 30 secondi.
  • non ingoiarla, ma sputala fuori;
  • ripeti operazione 2 volte al giorno fino a quando il gonfiore scompare.

l’aloe vera

Secondo un recente studio, un colluttorio a base di aloe vera è efficace nel curare e prevenire la gengivite, quanto la clorexidina – un disinfettante di sintesi chimica –

Cosa fare:

  • sciacqua la bocca con 2 cucchiai di aloe vera;
  • sputa,
  • ripeti l’operazione 2-3 volte al giorno per 10 giorni;
  • se la situazione non migliora dovresti consultare un dentista.
La prevenzione

La prevenzione

Ecco alcuni consigli e raccomandazioni di carattere generale utili a prevenire l’infiammazione delle gengive:

  • lavati i denti almeno due volte al giorno ed utilizza, almeno una volta al giorno il filo interdentale;
  • assicurati di utilizzare uno spazzolino che non irriti le tue gengive;
  • evita di fumare;
  • evita  di assumere bevande alcoliche;
  • aggiungi frutta e verdura ai tuoi pasti in modo da avere una dieta ben bilanciata;
  • riduci il consumo di bevande zuccherate.
Le gengive infiammate in gravidanza

Le gengive infiammate in gravidanza

Le gengive gonfie, che possono essere anche doloranti e più suscettibili al sanguinamenti, sono comuni durante la gravidanza.

In gravidanza, la gengivite in gravidanza è dovuta ai cambiamenti ormonali che aumentano il flusso di sangue al tessuto gengivale e provocano maggiore sensibilità, irritabilità e gonfiore alle gengive.

Questi cambiamenti ormonali ostacolano anche la normale risposta del corpo ai batteri, che quindi possono causare delle infezioni ai tessuti parodontali.

Questo fatto rende più facile la formazione della placca sui denti e ti rende più suscettibile alle gengiviti.

La gravità della gengivite in gravidanza aumenta di solito nel secondo trimestre.

Durante la gravidanza è essenziale una buona cura dentale. Perciò,

  • Dovresti lavarti i denti almeno due volte al giorno e usare il filo interdentale almeno una volta al giorno.
  • Utilizza uno spazzolino morbido  che può causare meno irritazioni alle gengive.
  • Dovresti anche mettere in programma delle pulizie dentali e discutere eventuali problemi con il tuo dentista.

Se la gengivite non viene controllata, può portare a una forma più grave di malattia gengivale chiamata parodontitee, e la parodontite durante la gravidanza aumenta la possibilità di parto pretermine.

Ecco alcune cose che puoi fare per gestire le gengive gonfie e avere un’igiene orale più sana:

Come abbiamo appena detto, programma almeno un controllo orale con il proprio dentista durante la gravidanza.
Fai dei risciacqui, giornalieri o periodici con acqua salata tiepida (1 cucchiaino: 1 tazza).
Lavati i denti due volte al giorno, soprattutto dopo la nausea mattutina.

Per concludere

Per concludere

Avere gengive gonfie è un fatto comune, quindi non dovresti essere eccessivamente preoccupato se li hai. Tuttavia, non dovresti ignorare il problema.

Esistono parecchi modi  -scientificamente provati – per risolvere il problema casa propria nei primi giorni che questo si presenta.

Se il gonfiore dovesse durare più di una settimana, interpella il tuo dentista per una valutazione, una diagnosi, e per pianificare un trattamento adeguato..

Alcuni semplici accorgimenti di igiene e di buon senso sono sufficienti, nella maggior parte dei casi,  a prevenire il disturbo.

In altri casi, quando le cause sono dovute a fattori esterni (apparecchi dentali, farmaci) o interni (sbalzi ormonali) è più difficile prevenirla e curarla coi rimedi casalinghi.

In questi casi è fondamentale rivolgersi ad uno specialista medico.

In tutti i casi e comunque, la parola d’ordine è quella di non trascurare le gengive infiammate.

[expand title=”Riferimenti bibliografici”]

(1) https://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0159843

(2) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4668736/

(3) https://www.in.gov/isdh/18741.htm

(4) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4054083/

[/expand]

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *