Codeina come droga: effetti, rischi, dipendenza

Cos’è la codeina

Cos’è la codeina

La codeina, nota anche come solfato di codeina, è un oppiaceo utilizzato per l’analgesia: uno dei più comuni narcotici oppiacei in circolazione.

Simile alla morfina e all’idrocodone, la codeina viene usata per trattare una varietà di condizioni mediche, come il dolore e la tosse.

Agisce attaccandosi ai recettori oppioidi che comunicano la sensazione di dolore al cervello ed al corpo.

La codeina è metabolizzata dal fegato nei composti attivi morfina-6-glucuronide e morfina-3-glucuronide.

Circa il 5-10% della codeina viene convertito in morfina.

Questo spiega perché la codeina è meno potente della morfina, ma come quest’ultima può creare dipendenza.

L’utomedicazione, l’assuefazione, la dipendenza e l’abuso

Automedicazione, assuefazione, dipendenza, abuso di codeina

Quando si utilizza la codeina per brevi periodi di tempo, è poco probabile sviluppare una dipendenza.

Ma più è lunga la durata dei trattamenti, più aumentano i rischio di assuefazione, abuso e dipendenza.

L’assuefazione è quella condizione in cui l’organismo si è già adattato alla presenza della codeina – in questo caso.

La dipendenza si caratterizza invece per la necessità di doverla ”ad ogni costo” assumere.

Il fatto di avvertire -dopo aver tentato di smettere di assumere questo farmaco – un dolore fisico o dei sintomi di astinenza, vuol dire di aver già sviluppato una dipendenza fisica dalla codeina.

L’abuso consiste nel fatto di assumerla in quantità maggiore, o contemporaneamente, ad altre sostanze.

L’abuso può essere dovuto a vari motivi. Solitamente per fronteggiare situazioni piuttosto stressanti: per il cosiddetto meccanismo di coping, un meccanismo di interazioni che sfidano le risorse della persona.

Un’automedicazione consiste nell’uso improprio del farmaco codeina per trattare sintomi di dolore senza prescrizione medica.

i possibili effetti nei casi di automedicazione

Quando si utilizza codeina per l’automedicazione, si può andare incontro a seri rischi e gravi effetti collaterali.

Gli effetti collaterali più comuni sono,

  • le vertigini,
  • i capogiri,
  • la nausea,
  • il vomito,
  • la stipsi.

In presenza di uno o più di questi effetti collaterali è fondamentale rivolgersi al medico il prima possibile.

i possibili effetti di un suo abuso

L’abuso di codeina senza prescrizione medica può comportare effetti collaterali molto gravi, come:

  • respiro corto,
  • sedazione,
  • eruzioni cutanee,
  • pizzicori,
  • dolori addominali,
  • calo pressione sanguigna,
  • overdose (pericolosa condizione di intossicazione acuta).

i segnali più comuni dell’abuso

I segnali più comuni che indicano l’esistenza di un abuso di codeina sono,

  • un incremento di assunzione delle dosi, al di sopra di quanto prescritto dal medico,
  • i tentativi di mescolare la codeina con altre sostanze cercando di aumentarne l’effetto,
  • l’impossibilità di smettere si assumere il farmaco,
  • l’irritabilità e l’aggressività quando ci si trova senza questo farmaco a portata di mano,
  • la tolleranza al farmaco (una condizione fisiologica per cui l’organismo sopporta a dosi gradualmente più elevate la tossicità di sostanze),
  • un degrado nei rapporti interpersonali,
  • una trascuratezza quanto alle responsabilità personali,
  • i sintomi tipici dell’astinenza.
I pericoli dell’abuso

I pericoli dell’abuso della codeina, e la tolleranza

la codeina e l’alcol

È estremamente pericoloso mischiare la codeina con alcune altre sostanze, come l’alcol. L’alcol infatti,

  • provoca una più rapida liberazione della codeina più rapidamente nel sangue, il che può intensificare gli effetti del farmaco.
  • inibisce anche il metabolismo della codeina, aumentandone così gli effetti.

Poiché l’abuso di codeina ed alcol può portare alla morte, è fondamentale rivolgersi a un medico alle prime avvisaglie di effetti collaterali.

La codeina non dovrebbe mai essere assunta assieme ad altri farmaci, perché ciò aumenta la possibilità di un’overdose.

la tolleranza alla codeina

La tolleranza alla codeina può trasformarsi in abuso ed anche nella tentazione di assumere la codeina insieme ad altri farmaci per aumentarne gli effetti.

Tutto ciò non fa che aumentare il rischio di overdose.

l’overdose di codeina

I sintomi da overdose della codeina comprendono:

  • fatica,
  • sonnolenza,
  • confusione,
  • vertigini,
  • capogiri,
  • pelle fredda,
  • tinta bluastra,
  • stipsi,
  • miosi (diminuzione del diametro della pupilla),
  • abbassamento della pressione sanguigna,
  • perdita dei sensi,
  • coma.

L’overdose di codeina può causare nel peggiore dei casi la morte. Per tale ragione, se si sospetta un’overdose di codeina è necessario chiamare subito il 118.

La disintossicazione

La disintossicazione dalla codeina

Quando un individuo non può fisicamente fare a meno della codeina, significa che è già in una condizione di dipendenza.

Una volta che si arriva alla dipendenza fisica, smetterne l’assunzione senza l’aiuto di un medico può essere straordinariamente difficile.

Questo perché i sintomi legati all’astinenza possono essere gravi ed anche difficili da sopportare da soli.

I sintomi della dipendenza da codeina consistono:

  • nell’andare da più medici per ottenere le prescrizioni,
  • nell’abbandono delle responsabilità personali,
  • nel trascurare gli amici ed i familiari,
  • in un incremento degli effetti collaterali del farmaco,
  • nell’ossessione con la droga,
  • nel suo abuso continuo nonostante tutti gli effetti negativi.

Un effetto dovuto alla sospensione dell’abituale assunzione di codeina, è la sindrome d’astinenza (una condizione che si verifica quando soggetti già assuefatti ad una determinata sostanza ne sospendono improvvisamente l’assunzione) che può essere più o meno grave in relazione allo stato d’astinenza.

Smettere di usare la codeina da soli, potrebbe  procurarci dei sintomi gravemente fastidiosi, come

  • un’irrequietezza,
  • l’ansia,
  • dei dolori muscolari,
  • nausea,
  • vomito,
  • febbre,
  • insonnia,
  • sbalzi d’umore,
  • crampi allo stomaco,
  • diarrea,
  • perdita d’appetito,
  • perdita di peso.

Il fatto di cercare di smettere di utilizzare la codeina senza l’ausilio di un qualche supporto è piuttosto difficile.

Il modo più efficace per iniziare il trattamento della dipendenza da codeina, è quello di incominciare in un centro medico la disintossicazione o la detossificazione.

Questo è il modo migliore per trattare- sotto la supervisione di un medico – i sintomi potenzialmente più pericolosi.

In tal caso, possono essere utilizzati anche dei farmaci per ridurre i sintomi fisici e per garantire un efficace processo di astinenza.

Normalmente un protocollo di disintossicazione prevede una riduzione graduale del dosaggio.

Oltre alla disintossicazione, anche la terapia comportamentale costituisce un altro fattore importante nel recupero dalle dipendenze.

La terapia comportamentale aiuta un individuo a sviluppare dei meccanismi di coping positivi con i fattori di stress.

Infatti l’abuso di droghe va spesso di pari passo con le malattie mentali e coi problemi emotivi, per cui queste condizioni devono essere tutte trattate in concomitanza.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *