Piante medicinali e officinali

Rosmarino: benefici, effetti collaterali, interazioni

Il rosmarino è una pianta perenne, le cui foglie sono notoriamente utilizzate in cucina, ma anche per i loro innumerevoli benefici per la salute.
Tra questi, il miglioramento delle concentrazione, delle funzioni congnitive, di quelle digestive, il rallentamento dell'invecchiamento cerebrale.
Tuttavia, dosi molto elevate di rosmarino possono causare vomito, coma, ed edema polmonare.
In questo articolo andremmo a scoprire i benefici (scientificamente provati), gli effetti collaterali, e le interazioni coi farmaci dei preparati a base di questa pianta.
rosmarino (

Il rosmarino

Il rosmarino (rosmarinus officinalis) è una pianta legnosa sempreverde perenne, originaria dei paesi mediterranei. Ha foglie fini ed aghiformi con un tocco argento. Ha fiori di color rosa, viola, bianchi o blu.

E’ una delle erbe che si trovano più comunemente nelle nostre cucine.

Ha un un sapore caldo, amaro ed astringente, che dei sapori e degli aromi unici alle minestre, alle torte, agli arrosti, ed ai ripieni,

Può essere usato sotto forma di polvere secca. Le sue foglie fresche possono essere impiegate per preparare il tè, ma anche per fare un olio essenziale, ed estratti liquidi.

Veniva considerato sacro, dagli antichi romani, dai greci e anche dagli egizi.

I valori nutrizionali del rosmarino

Il rosmarino fresco, oltre che di minerali come il magnesio, il calcio, il rame, il ferro ed il manganese, ha un contenuto molto alto di vitamine, come la vitamina A, la C , la B6 , la tiamina, il folato. [1]

E’ ricco di molti antiossidanti nei suoi composti fenolici (come diterpene, carnosolo e acido rosmarinico), così pure come quanto ai suoi olii essenziali (cineolo, canfene, borneolo, acetato di bornil, terpineolo e α-pinene).  [2]

Ha alti contenuti di fibre alimentari, e bassi contenuti di colesterolo e di sodio. Quanto a lipidi, è ricco di grassi saturi.

I suoi numerosi effetti benefici per la nostra salute: uno ad uno

Il rosmarino numerosi effetti benefici sulla nostra salute.Vediamoli distintamente.

svolge un’azione antiossidante ed anti-infiammatoria

Il rosmarino è una ricca fonte di antiossidanti e di composti anti-infiammatori che si ritiene siano in grado,

  • di rafforzare il nostro sistema immunitario,
  • di migliorare la circolazione del sangue,
  • e di neutralizzare i radicali liberi. [3]

I composti antiossidanti del rosmarino costituiscono una linea di difesa secondaria rispetto al nostro sistema immunitario.

Una quantità significativa di antiossidanti é contenuta nell’acido rosmarinico, nell’acido caffeico, nell’acido betulico e carnosolo.

giova alla salute del nostro sistema gastrointestinale e ne favorisce la regolarità

Il rosmarino viene tradizionalmente usato come rimedio naturale per disturbi dello stomaco, per la stitichezza, i gas, i gonfiori e la diarrea. [4]

Inserirlo alla nostra dieta può quindi aiutare a regolare i movimenti intestinali ed a migliorare la salute del nostro sistema gastrointestinale. [5]

giova alla nostra memoria e concentrazione

Secondo una ricerca delineata dai progressi terapeutici nella psico-farmacologia, l’aroma del rosmarino può migliorare,

  • la concentrazione,
  • le prestazioni,
  • l’accuratezza delle persone e, in misura minore, il loro umore. [6]

è utile nella protezione neurologica

Gli scienziati hanno scoperto che il rosmarino può anche essere “buono” per il nostro cervello. Contiene infatti un ingrediente chiamato acido carnosico.

L’acido carnosico presente nel rosmarino ha proprietà neuroprotettive.

Uno studio del 2016 ha ipotizzato che aiuti a ridurre lo stress ossidativo e la sovrastimolazione nelle cellule nervose, proteggendo infine il sistema nervoso. [7, 8]

  • È anche noto per proteggere alcune parti del nostro cervello da danni ai tessuti, per guarire il tessuto nervoso e ridurre i coaguli di sangue. [9, 7]

previene l’invecchiamento cerebrale

Alcuni studi ipotizzano che il rosmarino possa aiutare in modo significativo a prevenire l’invecchiamento cerebrale.

Previene le placche beta-amiloide, e sopprime l’acetilcolinesterasi (AChE), che sono le cause primarie dell’Alzheimer, dell’atassia (perdita della coordinazione muscolare) e della demenza. [10]

E’ anche stato collegato alla stimolazione dell’attività cognitiva in pazienti anziani, come pure in coloro che soffrono di altri disturbi cognitivi acuti. [11] [12]

Una ricerca intitolata “Brain Food for Alzheimer-Free Ageing: Focus on Herbal Medicines “ipotizza che il rosmarino possa essere uno dei migliori alimenti che si possono includere nella nostra dieta. [11]

Uno dei primi documentati utilizzi del rosmarino per motivi di salute era come stimolante cognitivo [12] : per migliorare le prestazioni e la qualità della memoria.

È anche conosciuto per essere in grado di aumentare la vigilanza, l’intelligenza e la concentrazione.

favorisce la crescita dei capelli

L’olio di rosmarino,

  • favorisce la crescita dei capelli e previene la calvizie,
  • rallenta il brizzolamento,
  • tratta la forfora, e secca il cuoio capelluto.

Uno studio comparativo pubblicato nel 2015, dimostra che quando si tratta di trattare i casi di alopecia androgenetica (calvizie permanente) – aumentando la crescita dei capelli – l’olio di rosmarino è migliore del minoxidil al 2% . [13]

E’ in grado anche di favorire la microcircolazione nel cuoio capelluto. Dopo aver fatto uno shampoo, diminuisce la perdita di capelli .

è utile nei trattamenti del cancro

La rivista Nutrition and Cancer nel 2015 ha pubblicato uno studio che ipotizza che l’estratto di rosmarino sia molto utile nel trattamento del cancro. [14]

Il manganese, il carnosolo, l’acido rosmarinico, l’acido carnosico ed altri elementi contenuti nel rosmarino hanno proprietà,

  • antiossidanti,
  • antinfiammatorie,
  • antiproliferative ed antitumorali,
  • ed uccidono selettivamente le cellule tumorali. [15, 16, 17]

contribuisce a mantenere la pelle in buona salute

Gli antiossidanti presenti negli oli essenziali di rosmarino aiutano a migliorare la qualità della nostra pelle. [18]

Poiché il rosmarino ha un potente effetto anti-invecchiamento,

  • aiuta a curare le imperfezioni,
  • e ad aumentare la lucentezza naturale dell’epidermide.

La combinazione dei flavonoidi degli agrumi, con i polifenoli ed i diterpenici del rosmarino, potrebbe contribuire in modo significativo a proteggere la pelle dai raggi ultravioletti.  [19]

è un’utile protezione contro la degenerazione maculare

Uno studio condotto dal dott. Stuart A. Lipton del Sanford-Burnham Medical Research Institute, e pubblicato sulla rivista Investigative Ophthalmology & Visual Science, è arrivato alla scoperta che l’acido carnosico, il quale è un componente importante del rosmarino, può contribuire significatamente e positivamente alla salute degli occhi.

Questa scoperta potrebbe trovare applicazioni cliniche nel trattamento delle malattie che colpiscono la retina esterna, come la degenerazione maculare senile – una malattia che colpisce soprattutto dopo i 75 anni di età  –  che, si prevede, nel 2020 interesserà 196 milioni di persone. [20]

riduce lo stress

Uno studio condotto sugli effetti antidepressivi del rosmarino è arrivato alla conclusione che l’aroma del solo rosmarino è collegato al miglioramento dell’umore. [21]

Inoltre, il rosmarino ha un effetto calmante su coloro che soffrono di ansia cronica e di depressione.

Ma non solo: il rosmarino riduce i livelli di cortisolo salivare (l’ormone dello stress), ed aiuta a riequilibrare i livelli ormonali.

giova alla prostata

Il carnosolo, un diterpene presente nel rosmarino,

  • bilancia nel corpo gli androgeni (detti anche ormoni sessuali maschili) e gli ormoni estrogeni (i principali ormoni sessuali femminili).
  • abbassa anche il rilascio dell’ormone DHT (diidrotestosterone), che aiuta a migliorare la salute della prostata e migliorare la crescita dei capelli.

riduce la tosse

Le foglie di rosmarino favoriscono la rimozione del muco dal nostro sistema respiratorio, dandoci sollievo dalla tosse, dal raffreddore, dall’influenza e persino dall’asma. [22]

L’acido rosmarinico previene l’edema polmonare (accumolo di liquidi nei polmoni). [23]

favorisce la perdita di peso

Gli estratti di rosmarino esercitano degli effetti anti-infiammatori e anti-iperglicemici, e favoriscono la perdita di peso. [24, 25]

Secondo uno studio, il rosmarino – che é ricco di acido carnosico – può essere usato come trattamento preventivo per i disordini metabolici. [26]

è un potente alleato contro i batteri ed i microbi

Il rosmarino è particolarmente efficace contro le infezioni batteriche: in particolare serve a prevenire le infezioni da stafilococco. [27]

ha effetti anti-trombotici

Grazie al suo notevole profilo antiossidante, il rosmarino ha un effetto anti-trombotico, ed aiuta a prevenire i coaguli di sangue. [28]

è antiulcera

L’assunzione di rosmarino aiuta a prevenire la crescita dell’helicobacter pylori, un pericoloso agente patogeno che può causare delle ulcere allo stomaco. [29]

aumenta le nostre difese immunitarie

I rosmarino è ricco di principi attivi,

  • antiossidanti,
  • antinfiammatori,
  • e anti-cancerogeni.

Sotto questo profilo, questa pianta rappresenta rappresenta un toccasana contro diverse malattie e diversi agenti patogeni. [30]

aiuta il nostro intestino a mantenersi in buona salute

Oltre che migliorare e favorire lo svuotamento della cistifellea, il rosmarino aumenta il flusso biliare. [31, 32]

rinfresca l’alito

Il rosmarino rinfresca l’alito e migliora la nostra salute orale. [33]

L’infuso di rosmarino è indicato per gargarismi ad azione antisettica e rinfrescante della gola, della bocca e delle gengive.

stimola il flusso sanguigno

Il rosmarino agisce come uno stimolante: stimola la produzione di globuli rossi, e migliora il flusso sanguigno. [34]

lenisce dolori

In quanto analgesico, il rosmarino viene tradizionalmente applicato per lenire il dolore localmente, sulle zone interessate. [35]

Assunto per via orale, agisce come antidolorifico per il mal di testa e le emicranie.

Dà sollievo anche ai crampi mestruali e dello stomaco, così come ai dolori ai reni.

è un potente antinfiammatorio

Il rosmarino é efficace, sia se viene assunto in forma orale, che in forma topica.

Il carnosolo e gli acidi carnosici presenti in questa pianta hanno proprietà antiossidanti ed anti-infiammatore. [36, 37]

Inoltre, la riduzione dell’infiammazione nel sistema cardiovascolare, può servire a migliorare la salute del cuore ed a prevenire l’arteriosclerosi fin dal suo apparire.

disintossica il nostro organismo

Il rosmarino è per sua natura leggermente diuretico. [38]

Aiuta a curare l’uremia: maggiormente nelle persone con una disfunzione tiroidea.

rosmarino - cespuglio

I suoi possibili effetti collaterali

Il rosmarino è generalmente sicuro se viene assunto a basse dosi.

Tuttavia – ancorchè sia raro – le dosi estremamente elevate possono innescare gravi effetti collaterali. Effetti collaterali che sono costituiti,

  • dal vomito,
  • da degli spasmi,
  • dal coma,
  • da un edema polmonare (liquido nei polmoni).

Il rosamarino in gravidanza

Alte dosi di rosmarino possono causare degli aborti: quindi non è consigliabile per le donne incinte assumere un qualsiasi supplemento di rosmarino.

Le sue possibili interazioni con alcuni farmaci

Il rosmarino può incidere sull’attività di alcuni farmaci, tra cui quelle,

  • dei farmaci anticoagulanti,
  • degli ACE inibitori,
  • dei diuretici,
  • del litio (usato per trattare gli episodi maniacali della depressione maniacale).
        
    
      

1 https://ndb.nal.usda.gov/ndb/foods/show/299595

2 https://www.tandfonline.com/doi/abs/10.1080/00021369.1983.10865682

3 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17487414

4 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26092628

5 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3736918/

6 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28243285

7 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28243285

8 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/14600414

9 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17995931

10 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3652539/

11 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26092628

12 http://www.ingentaconnect.com/content/ben/cpd/2006/00000012/00000035/art00008

12 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26059146/

13 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25842469

14 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26452641

15 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22325591

16 https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/j.1365-2621.2012.03069.x

17 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5133115/

18 https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0378874110004691

19 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24815058/

20 https://www.eurekalert.org/pub_releases/2012-11/smri-cfi112712.php

21 https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0278584609000633

22 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19053868

23 https://link.springer.com/article/10.1007%2FBF01982651?LI=true

24 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21676274

25 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19918713

26 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23432097

27 https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0031942204005291

28 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15850964/

29 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/14550260

30 https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/0378874195900322

31 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10940584/

32 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3724379/

36 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/10641130

33 https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0378874106002959

34 http://www.ajol.info/index.php/ajtcam/article/view/31205

35 http://online.liebertpub.com/doi/abs/10.1089/jmf.2007.0524

37 http://ttkde4.sci.u-szeged.hu/ABS/2003/ActaHP/47111.pdf

38 https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0378874102000909

Potresti essere interessato a:
Piante medicinali e officinali

Gotu kola (centella asiatica): sue proprietà ed effetti benefici

Piante medicinali e officinali

Olio essenziale di ylang ylang: proprietà ed impieghi

Piante medicinali e officinali

Ippocastano: proprietà, usi e controindicazioni

Piante medicinali e officinali

Valeriana: proprietà, utilizzi, effetti collaterali