Obesità: valori di riferimento, fattori di rischio, conseguenze sulla salute

L’obesità

L’obesità è uno dei più importanti disturbi nutrizionali nei paesi occidentali.

Ha effetti sulla salute e sul benessere nell’arto di tutta la vita. E’ un fattore di rischio per una serie di condizioni e patologie croniche, come le malattie ischemiche del cuore, l’ictus, l’ipertensione arteriosa, il diabete tipo 2, le osteoartriti e alcuni tipi di cancro. [1]

L’iperalimentazione, la vita sedentaria, il non controllo nell’assunzione di cibo, sono strettamente legati ai problemi di sovrappeso ed obesità e sono conseguentemente causa di sofferenze, stigmatizzazioni e costi sociali. [2]

Secondo i dati forniti dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), il numero di persone obese nel mondo è raddoppiato a partire dal 1980. [3]

In Italia la percentuale di bambini e adolescenti obesi è aumentata di quasi 3 volte rispetto a quella del 1975. [4]

Le persone con più di 60 anni hanno più probabilità di essere obese rispetto ai giovani, secondo i dati più recenti del National Health and Nutrition Examination Survey. [4]

Le diverse misure di un’obesità

Le diverse misure di un’obesità

1) indice di massa corporea (BMI)

Il sovrappeso e l’obesità,  su di una scala che va dall’essere in sottopeso e che arriva fino all’essere obesi – hanno valori  di riferimento diversi.

Rapportata a questa scala dell’obesità, la posizione di ciascuno di noi è determinata dal nostro indice di massa corporea (BMI) che è definito sulla base del rapporto tra nostro peso e la nostra altezza.

In genere (ma non sempre specialmente nel caso di atleti muscolosi) il BMI ci dà una buona idea della quantità del nostro grasso corporeo.

Questo indice  è ritenuto da tutti come una valida ed affidabile misura della nostra massa corporea.

Al contrario invece, non esiste invece un accordo su quale sia la soglia (cut off) oltre la quale si debba distinguere il sovrappeso dall’obesità. [2]

In genere comunque, relativamente alle persone adulte,

  • un BMI da 20 a 24,9 viene considerato ideale; 
  • un IMC superiore a 25 è considerato sovrappeso;
  • una persona è considerata obesa se il suo BMI è maggiore di 30;
  • si ritiene abbia un’obesità patologica se il BMI è 40 o superiore.
  • Il peso di un uomo dopo i 50 anni tende in genere a rimanere lo stesso e spesso diminuisce leggermente tra i 60 e i 74 anni.
  • Al contrario, il peso di una donna tende ad aumentare fino ai 60 anni e poi inizia a diminuire.

2) rapporto vita-fianchi

L’obesità può anche essere misurata in relazione alle misure vita-fianchi.

Questo è uno “strumento” di misurazione che tiene conto della quantità di grasso presente sulla vita, in rapporto a quella del grasso sui fianchi e sui glutei.

La circonferenza della vita indica la quantità di grasso addominale. Un aumento del grasso addominale viene  associato a diabete di tipo 2, al colesterolo alto, alla pressione alta ed a malattie cardiache.

Una circonferenza della vita di più 102 centimetri negli uomini e più di 89 centimetri nelle donne può aumentare il rischio di malattie cardiache e di altre malattie legate al sovrappeso.

Cause e fattori di rischio obesità

Le cause ed i fattori di rischio dell’obesità

L’obesità è una malattia sconcertante sotto diversi profili. Gli esperti non sanno esattamente come il corpo regoli il peso ed il grasso corporeo.

Quello che invece si sa è che una persona che assume più calorie di quante ne consuma ogni giorno, aumenterà di peso.

Ma i fattori di rischio che determinano l’obesità possono essere anche più complessi.

Di solito sono una combinazione di geni, di attori socioeconomici, di metabolismo e di scelte di vita. Possono anche influenzare il peso di una persona anche alcuni disturbi endocrini, alcune malattie ed alcuni medicinali.

I fattori  e le condizioni che possono determinare / incidere sull’obesità sono i seguenti.

1- fattori genetici

Gli studi dimostrano che la probabilità di diventare obesi è tramandata attraverso i geni di una famiglia.

I ricercatori hanno trovato diversi geni che sembrano collegati all’obesità. I geni, ad esempio, possono influenzare il punto in cui immagazzini grasso extra nel tuo corpo.

Ma la maggior parte dei ricercatori pensa che ci vuole più di un solo gene per causare un’epidemia di obesità. Stanno continuando a fare ulteriori ricerche per capire meglio come i geni e lo stile di vita interagiscono per causare l’obesità.

Dato che in famiglia le persone mangiano pasti insieme e condividono altre attività, l’ambiente e lo stile di vita giocano un ruolo.

2- fattori metabolici

Il modo in cui il corpo di ciascuno di noi  usa l’energia è diverso da come lo usa l’altra persona.

Il metabolismo e gli ormoni differiscono da persona a persona, e questi fattori giocano un ruolo in quanto peso guadagni.

Un esempio è la grelina, l'”ormone della fame” che regola l’appetito. I ricercatori hanno scoperto che la grelina può aiutare a scatenare la fame.

Un altro ormone chiamato leptina può ridurre l’appetito.

Un altro esempio è la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS), una condizione nelle donne causata da alti livelli di alcuni ormoni. Una donna con PCOS ha più probabilità di essere obesa.

4- fattori socioeconomici

Quanti soldi guadagni possono influenzare se sei obeso. Questo è particolarmente vero per le donne.

Le donne che sono povere e di basso livello sociale hanno più probabilità di essere obese rispetto alle donne con uno status socioeconomico più elevato.

Questo è particolarmente vero tra i gruppi di minoranza.

5- stili di vita

L’eccesso di cibo e la mancanza di esercizio fisico contribuiscono entrambi all’obesità.

Ma puoi cambiare queste scelte di vita. Se molte calorie ti vengono da cibi raffinati o cibi ricchi di zuccheri o grassi, probabilmente aumenterai di peso.

Se non si fa esercizio fisico, sarà difficile perdere peso o mantenere un peso sano.

6- medicinali

Farmaci come corticosteroidi, antidepressivi e antisepressivi possono farti guadagnare un po ‘di peso in più.

7- emozioni e sonno

Il mangiare emotivo quando sei annoiato o sconvolto può portare ad un aumento di peso.

Anche un po ‘di sonno può contribuire all’aumento di peso.

Le persone che dormono meno di 5 ore a notte hanno maggiori probabilità di diventare obese rispetto alle persone che ottengono da 7 a 8 ore di sonno a notte.

Effetti dell’obesità sulla salute

Gli effetti dell’obesità sulla salute

L’obesità ha effetti negativi sulla salute di vasta portata.

Ogni anno le condizioni legate all’obesità costano alla collettività molti miliardi e causano molte morti premature. Gli effetti sulla salute conseguenti all’obesità sono principalmente i seguenti.

1- pressione alta

Il peso in eccesso porta ad una riduzione dei vasi sanguigni (malattia delle arterie coronarie) e necessita per i tessuti grassi di più sangue.

Questo fatto affatica il cuore perché deve pompare più sangue contro più resistenza dai vasi sanguigni e può portare ad un attacco cardiaco (infarto del miocardio).

Più sangue circolante ed una maggiore resistenza implicano anche maggiore pressione sulle pareti delle arterie. Una pressione più alta sulle pareti delle arterie aumenta la pressione sanguigna.

L’eccesso di peso aumenta anche i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue e abbassa i livelli di colesterolo HDL (“buoni”), aumentando il rischio di malattie cardiache.

2- diabete di tipo 2

L’obesità è la causa principale del diabete di tipo 2.

L’obesità può rendere il nostro corpo resistente all’insulina, l’ormone che regola la glicemia.

Quando l’obesità causa una resistenza all’insulina, il livello di zucchero nel sangue aumenta.

Anche un’obesità moderata aumenta drammaticamente il rischio di diabete.

3- malattie cardiache

L’aterosclerosi – l’indurimento delle arterie – si verifica più spesso nelle persone obese.

La malattia coronarica è più frequente nelle persone obese perché i depositi di grasso si accumulano nelle arterie che forniscono il cuore.

Le arterie strette e il flusso sanguigno ridotto al cuore possono causare dolore al torace chiamato angina o infarto.

I coaguli di sangue possono anche formarsi in arterie ristrette e viaggiare verso il cervello, causando un ictus.

4- problemi articolari, tra cui l’artrosi

L’obesità può influire sulle ginocchia e sui fianchi perché il peso-extra sollecita  maggiormente le articolazioni.

????????L’intervento chirurgico  sull’articolazione può non essere una buona opzione per la persona obesa perché con una protesi l’articolazione comporta un rischio maggiore. ????

5- apnea del sonno e problemi respiratori legati all’obesità

L’apnea notturna ci fa smettere di respirare per brevi periodi durante il sonno.

Interrompe il nostro sonno e ci provoca sonnolenza durante il giorno. Inoltre provoca il russare pesante.

L’apnea notturna è anche legata all’ipertensione.

I problemi respiratori legati all’obesità si verificano quando il peso aggiunto della parete toracica schiaccia i polmoni. Questo fatto limita la respirazione.

6- cancro

Secondo l’American Cancer Society. ,  il fatto di  essere in sovrappeso o obesi aumenta il rischio di una varietà di tumori

  1. Tra le donne obese, il rischio aumenta per il cancro dell’endometrio o il rivestimento dell’utero nelle donne più giovani. Le donne obese aumentano anche il rischio di cancro al seno in coloro che hanno attraversato la menopausa.
  2. Gli uomini in sovrappeso hanno un rischio più elevato di cancro alla prostata.
  3. Sia gli uomini che le donne che sono obesi sono a maggior rischio di cancro del colon-retto.

7- sindrome metabolica

Secondo il National Cholesterol Education Program  la sindrome metabolica è un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari.

La sindrome metabolica ha diversi importanti fattori di rischio. Questi sono.

  1. l’obesità dello stomaco,
  2. alti livelli di trigliceridi nel sangue,
  3. bassi livelli di colesterolo HDL, ipertensione e resistenza all’insulina (grave diabete di tipo 2).  ????
  4. Avere almeno tre di questi fattori di rischio conferma la diagnosi di sindrome metabolica.  ???????

8- effetti psicosociali

Le persone in sovrappeso o obese possono avere spesso problemi sociali o psicologici.

Questo perché la cultura dominate valorizza un’immagine corporea sottile. Le persone sovrappeso e obese sono spesso condizionate da questa loro condizione.

  • Potrebbero considerarle pigre o deboli.
  • Non è raro che le persone in sovrappeso o obese guadagnino meno delle altre persone o che abbiano meno o meno relazioni romantiche.
  • La disapprovazione e il pregiudizio di alcuni verso coloro che sono in sovrappeso possono andare verso la discriminazione e persino le molestie.
  • La depressione è più diffusa tra le persone in sovrappeso e quelle obese.
Torna in alto