Nutrizione

Ganoderma / reishi, effetti collaterali ed interazioni

Hai già sentito parlare del ganoderma lucidum? Se stai leggendo questo articolo  forse sì. Ma potresti anche aver sentito parlare di reishi, che è il suo nome giapponese, o di lingzhi, che è il suo nome cinese. Sono diversi nomi usati per identificare questo fungo della specie ganoderma lucidum, del genere ganoderma, della famiglia delle garmogenatacea, del regno funghi (nome scientifico:fungi).
reishi

Il ganoderma è uno degli oltre 5.000 funghi presenti in natura.Le sue proprietà terapeutiche e medicinali lo avevano fatto tenere in tale considerazione dalla medicina cinese, che veniva chiamato anche col nome di «fungo dell’immortalità». Più di recente, anche la Comunità europea e, in Italia, il Ministero della salute hanno riconosciuto che ha le proprietà di stimolare le «naturali difese dell’organismo».

Tuttavia in questo articolo, anziché illustrarti le innumerevoli proprietà e benefici del ganoderma lucidum, ti parlerò dei possibili effetti collaterali dovuti all’assunzione di integratori alimentari a base di ganoderma, e delle sue possibili interazioni con alcuni farmaci.

Credo che se – dopo esserti lasciato sedurre della tante belle cose che si dicono su questo fungo – fossi davvero interessato a far uso di integratori a base di ganoderma lucidum, dovresti lasciar sbollire per un momento i tuoi legittimi entusiasmi e focalizzare brevemente la tua attenzione sull’altro lato delle medaglia. Dopo tutto, dal punto di vista della salute, è ben più importante sapere a cosa eventualmente si può andare incontro assumendo degli integratori, ancor primadi sapere di quanto si può beneficiarne.

Possibili effetti collaterali del ganoderma lucidum /reishi

Vediamo allora quali potrebbero essere gli effetti collaterali derivanti dall’assunzione di integratori a base di ganoderma lucidum.

La bella notizia -se stai facendo uso di integratori a base di ganoderma o intendi farne – è che il reishi / ganoderma lucidum  non ha in genere effetti collaterali. In Asia, tradizionalmente, da migliaia di anni il reishi viene considerato un organismo sicuro da consumare.

Tuttavia, se non sei in buone condizioni di salute, o se sei allergico ai funghi, anche gli integratori a base di ganoderma potrebbero causarti alcuni effetti collaterali di lieve entità. Si tratta di effetti che tendono a sparire da soli dopo un paio di giorni. Questi effetti possono essere costituiti da,

  • diarrea o tossicità epatica [3],
  • naso, bocca o gola secche,
  • sanguinamento di naso e sangue nelle feci, a causa del suo effetto anticoagulante [2],
  • prurito della pelle,
  • starnuti,
  • eruzioni cutanee,
  • altre reazioni allergiche,
  • nausea,
  • abbassamento delle pressione arteriosa: uno studio effettuato su topi e conigli di laboratorio, ha collegato l’assunzione di ganoderma lucidum ad una inibizione del sistema nervoso simpatico e ad un conseguente calo di pressione, per cui le persone che hanno una condizione di bassa pressione arteriosa, non dovrebbero assumere integratori a base di ganoderma [1].

Se stai assumendo un’integratore a base di ganoderma lucidum (reishi) ed hai uno o più dei sintomi sopra descritti, contatta subito il tuo medico curante o uno specialista della salute.

Possibile interazioni del ganoderma / reishi con alcuni farmaci

Ci possono essere delle interazioni tra il ganoderma lucidum ed alcuni farmaci comuni, sia da banco che con prescrizione medica. I farmaci che sono più a rischio di interazione con questo fungo, sono gli anticolagulanti ed i farmaci per il diabete. Perciò, se stai prendendo questi farmaci, prima di iniziare un trattamento a base di integratori a base del fungo ganoderma, contatta il tuo medico curante.

Il ganoderma lucidum / reishi in gravidanza

Non essendoci ancora sufficienti elementi per affermare che il ganoderma lucidum sia sicuro quando viene assunto in gravidanza e durante il successivo periodo di allattamento, è sconsigliabile assumere degli integratori a base di ganoderma lucidum durante questi periodi.

Potresti essere interessato a:
Nutrizione

Carboidrati: distinzioni, alimenti ricchi di carboidrati complessi

Nutrizione

13 alimenti ricchi di proteine vegetali

Nutrizione

Il grasso del latte e il diabete di tipo 2: i risultati di uno studio

NutrizioneVitamine e integratori

La colina (vitamina J) nei cibi e negli integratori